ENEL CUORE: L’EDIZIONE 2012 DI "SCEGLI CON IL CUORE" CONTRO LA VIOLENZA GIOVANILE

Dal 14 marzo al 30 aprile 2012,  Enel Cuore chiama le Associazioni italiane e estere a presentare un progetto per combattere la violenza giovanile.

Di fronte alla violenza giovanile, non alziamo le mani. Non alziamo le mani riproducendo altra violenza.  Non alziamo le mani in un gesto di resa.

Forte del successo dello scorso anno, la Onlus di Enel rilancia la campagna Scegli con il Cuore, stavolta facendo convergere l'attenzione sul tema della violenza giovanile.
Tutte le Associazioni che vorranno presentare un progetto per contrastare questo fenomeno, potranno farlo dal 14 marzo al 30 aprile 2012, solo ed esclusivamente via web, andando sul sito di Enel Cuore enelcuore.org.
I progetti pervenuti saranno valutati dal Consiglio di Enel Cuore che, nel rispetto dei criteri di valutazione previsti,  selezionerà uno o più progetti a cui verrà assegnato un contributo fino a un massimo di 60.000 euro ciascuno.
Il contributo si riferisce solo ai costi strutturali, infrastrutturali e all'acquisto di beni strumentali. Rimangono a carico dell'Associazione le spese relative alla gestione, alle risorse umane e alla formazione.

Da settembre 2012, secondo il meccanismo del "click raising", sarà possibile votare i progetti selezionati da Enel Cuore.

Enel Cuore assegnerà ai progetti selezionati un ulteriore contributo, che sarà distribuito in proporzione al numero di "click" ottenuto da ciascun progetto, grazie  alle preferenze espresse via web dai cittadini.

Il tema della violenza tra i giovani e la crescita di comportamenti aggressivi,  può essere letto da molte angolature. I minori compiono atti di violenza rivolti verso altre persone, contro se stessi, contro il territorio e la comunità in cui vive.  Le forme che assumono questi atti violenti sono estremamente varie, tra quelle più ricorrenti e conosciute si possono elencare:

• il bullismo;
• il cyber bullismo;
• il tifo ultrà;
• gli atti vandalici;
• le baby gang;
• atti di autolesionismo;
• dipendenze da droghe /alcol;
• disturbi alimentari;
• discriminazione.

Nei comportamenti violenti rientrano anche i reati:

• reati contro il patrimonio (rapine,estorsioni,furti,ricettazione...);
• contro la persona (omicidi, percosse, lesioni personali, risse, violenze sessuali, prostituzione);
• contro l'incolumità, l'economia, la fede pubblica (violazione legge sugli stupefacenti, falso in atti e persone);
• contro lo Stato, le istituzioni e l'ordine pubblico;
• contro la famiglia, la moralità e il buon costume.

Le motivazioni all'origine di una condotta violenta fanno riferimento essenzialmente alla famiglia, all'ambiente socioeconomico, al gruppo dei pari. I tre aspetti sono ovviamente intrecciati e spesso hanno un effetto moltiplicatore del rischio.

In questo quadro, per il secondo anno consecutivo, Enel Cuore chiama le Associazioni  a sviluppare e inviare un progetto che contrasti il fenomeno della violenza giovanile che è diventato  ormai una priorità sociale del nostro tempo che coinvolge la persona, la famiglia e l'intera comunità.  

CO2 Neutral