Risultati e obiettivi futuri

Obiettivi e risultati

Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato, sia in termini di EBITDA sia in termini di indebitamento finanziario netto, pur continuando a operare in un contesto macroeconomico sfavorevole, in particolare in Italia e Spagna.

Nel 2012 Enel ha realizzato 16,7 miliardi di euro di EBITDA, un risultato in linea con gli obiettivi comunicati alla comunità finanziaria, seppur in calo rispetto a quelli degli ultimi anni, e conseguito grazie a diversificazione geografica, mix tecnologico ben bilanciato, portafoglio equilibrato tra attività regolate e non regolate e attenzione ai costi, che si confermano come punti di forza.

Grazie a questo e a scelte di investimento selettive e flessibili è stato possibile difendere i margini, generare cassa, mantenendo stabilità finanziaria e solidità patrimoniale. Permane tuttavia, ancora, uno stato di profonda incertezza sui mercati, che nutrono aspettative elevate sulle future performance aziendali.

Lo scenario macroeconomico previsto per il prossimo futuro continua a essere critico, ma le scelte strategiche proposte per il quinquennio 2013-2017 hanno il potenziale di confermare gli obiettivi in termini di risultati e di contenimento degli effetti della crisi. Nel lungo termine si conferma, infatti, una strategia focalizzata sui mercati in crescita con il rafforzamento della presenza sia nei Paesi che presentano i più elevati potenziali di sviluppo, come Est Europa e America Latina, sia nel settore delle rinnovabili, che contribuiranno in maniera sempre più rilevante ai risultati.

Nei mercati maturi la strategia di Enel si concentrerà sulla difesa dei margini e dei flussi di cassa, accelerando le azioni di riduzione dei costi, di incremento delle efficienze e di semplificazione della struttura societaria, con una costante attenzione alla riduzione dell’indebitamento e al mantenimento dell’attuale categoria di rating creditizio. Si prevede che tali azioni possano consentire di cogliere il momento in cui le economie mature, in particolare Italia e Spagna, riprenderanno a crescere.

Enel continuerà inoltre a focalizzarsi sull’innovazione tecnologica, sulla qualità del servizio offerto ai suoi clienti e sul rapporto con le comunità locali, mediante una trasparente politica di responsabilità sociale d’impresa che è parte integrante del business plan. L’innovazione fa parte della visione che il Gruppo Enel ha del futuro: l’elettricità come risorsa intelligente, tecnologicamente all’avanguardia, accessibile e ambientalmente sostenibile, in grado di supportare lo sviluppo delle economie. Per questa ragione, Enel continuerà a investire per rendere più efficiente e responsabile il modo di produrre e consumare energia.

Un’azienda responsabile e capace di creare valore condiviso con gli stakeholder è anche un’azienda più competitiva rispetto a concorrenti che non pongono la responsabilità al centro del business. Nel medio-lungo periodo la strategia del Gruppo, che integra fattori economici e non-economici, permetterà di essere più capaci di attrarre capitale umano qualificato, di selezionare fornitori affidabili, di evitare o limitare conflitti con gli stakeholder, di creare valore condiviso per le comunità e i Paesi nei quali Enel opera, di contare su un clima interno più positivo.

Enel vuole dare il suo contributo alla crescita economica, senza mai perdere di vista la bussola dei valori, per essere leader anche nell’etica e nella sostenibilità. È questa la via maestra per raggiungere con determinazione obiettivi sempre più ambiziosi e durevoli.

CO2 Neutral