Ambiente

La domanda di energia nel mondo è in costante aumento, insieme a quella di beni e servizi e al numero di abitanti.

Contemporaneamente aumentano le preoccupazioni per l’ambiente e per il clima a livello globale. Anche in relazione al fatto che oltre l’80% dell’energia è prodotta bruciando combustibili fossili.

La produzione di elettricità da fonte nucleare è pressoché priva di emissioni di anidride carbonica e se si considera l’intero ciclo di vita del nucleare – dall’estrazione dell’uranio allo smantellamento della centrale e la gestione dei residui –, e si attesta su valori comparabili a quelli delle rinnovabili.

Per soddisfare i fabbisogni crescenti e nello stesso tempo ridurre le emissioni, le fonti rinnovabili, l’innovazione e l’efficienza energetica dovranno necessariamente svolgere un ruolo importante, ma non saranno tuttavia sufficienti.

Le preoccupazioni per il clima e per l’ambiente sono dunque un valido motivo a favore dell’energia nucleare, che attualmente rappresenta l’unica fonte utilizzabile su scala industriale in grado di sostituire i combustibili fossili per la produzione di rilevanti quantità di energia elettrica senza emissioni di CO2 o di altri gas serra.

Certo, da sola l’energia nucleare non può essere la soluzione. È necessario il concorso di molte azioni e tecnologie diverse. Ma altrettanto certamente non potranno esserci soluzioni senza il concorso anche del nucleare.

CO2 Neutral