L'auto dà energia alla città

L'auto dà energia alla città

Un'auto elettrica in grado di immagazzinare energia pulita e immetterla nella rete per alimentare la vita quotidiana delle nostre città

Centrali mobili a quattro ruote

Un'auto elettrica in grado di immagazzinare energia pulita e immetterla nella rete per alimentare la vita quotidiana delle nostre città. Non è un progetto futuribile, ma il risultato di una rivoluzione che Enel sta rendendo possibile con il progetto Vehicle 2 Grid (V2G).

Collaboriamo insieme a Nissan per sviluppare questo sistema innovativo che consente ai proprietari di veicoli e consumatori di energia di utilizzare le auto come vere e proprie “centrali mobili a quattro ruote” con cui accumulare e rimettere in rete l'energia non utilizzata.

Abbiamo presentato il progetto V2G alla XXI Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP21) di Parigi poiché rappresenta una possibilità unica di rispondere alla sfide del climate change a partire dalle città.

In Francia per esempio, dove sono presenti 38 milioni di veicoli e la capacità di generazione elettrica corrente è di 130 GW, in un futuro in cui tutti i veicoli saranno elettrici o ibridi, l'integrazione fra la rete e i veicoli potrà generare l'equivalente di una centrale elettrica virtuale di 380 GW (tre volte la capacità di generazione attuale).

"Grazie alle tecnologie per la e-mobility di Enel, l'energia accumulata dalle Nissan Leaf viene gestita in modo intelligente, in base alle reali esigenze della rete, e i proprietari di veicoli elettrici diventano veri e propri distributori di energia"

 

Energia pulita e condivisa

Vehicle 2 Grid nasce dall'unione della nostra esperienza nel campo delle infrastrutture e dei sistemi di gestione della e-mobility con quella di Nissan, produttrice del modello Leaf, l'auto elettrica più venduta al mondo.

Un auto che utilizza il sistema V2G può trasferire l'elettricità a una qualsiasi altro veicolo che necessita di ricarica, a un'abitazione dove l'utilizzo in contemporanea di più elettrodomestici aumenta la domanda di elettricità o ai lampioni stradali che devono garantire illuminazione continua alla viabilità.

Grazie alle tecnologie per la e-mobility di Enel, l'energia accumulata dalle Nissan Leaf viene gestita in modo intelligente, in base alle reali esigenze della rete, e i proprietari di veicoli elettrici diventano veri e propri distributori di energia.

Il “guidatore elettrico” può ricaricare la batteria della propria auto nelle fasce orarie in cui i costi e la domanda di energia sono più basse, per poi usare l'elettricità accumulata o reimmetterla di nuovo in rete al pari di un produttore di energia e con un ritorno economico diretto.

"Il sistema Vehicle 2 Grid è un'innovazione che può migliorare la nostra vita e rendere il mondo un luogo migliore per le popolazioni presenti e le generazioni future"
Ernesto Ciorra, Direttore Innovazione e Sostenibilità di Enel

 

La città cambia volto

I trasporti sono tra i principali responsabili dell'inquinamento atmosferico dei centri urbani. E se l'auto elettrica contribuisce in modo decisivo a ridurre le emissioni ci CO2 nei centri urbani, i veicoli di V2G fanno ancora di più poiché trasformano l'auto in un elemento strategico per lo sviluppo delle smart city.

Le “centrali mobili a quattro ruote” diventano un mezzo per valorizzare al massimo l'energia pulita, aumentare l'efficienza energetica e gestire al meglio i consumi di elettricità riducendo gli sprechi e i costi sia dei produttori che dei cittadini.

Stiamo aprendo una nuova era nella quale la mobilità elettrica diventa a pieno titolo parte integrante delle reti di distribuzione nazionali di tutta Europa. V2G dà forma a un ecosistema che connette tra loro in modo stabile auto, rete elettrica, abitazioni e cittadini.

Le prime sperimentazioni di questo sistema innovativo interesseranno Danimarca e Germania per poi estendersi ad altri Paesi del nord Europa e quindi diffondersi in tutto il continente.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy Accetta e chiudi