L’implementazione costante dei principi fondamentali della propria strategia ha permesso a Enel di conseguire tutti gli obiettivi strategici a partire dal 2015 e di assumere un ruolo di leadership nella transizione energetica.

Oltre al conseguimento degli obiettivi, i risultati del Gruppo dal 2015 al 2018 evidenziano altresì un sensibile miglioramento della generazione di cassa unito a un’accelerazione della crescita e a una sostanziale riduzione del profilo di rischio, che hanno permesso un significativo aumento della remunerazione degli azionisti.

Il nuovo Piano strategico 2019-2021, presentato ai mercati finanziari e ai media il 20 novembre 2018, conferma i principi del piano precedente, che saranno implementati in linea con le evoluzioni del contesto di riferimento. Come per il piano 2018-2020, il perseguimento di questi principi produrrà una creazione di valore sostenibile e di lungo termine.

Tendenze globali quali la decarbonizzazione, l’elettrificazione, l’urbanizzazione e la digitalizzazione stanno trasformando il mondo dell’energia. Rinnovabili, infrastrutture di rete e nuovi servizi energetici sono alla base di questa trasformazione e, allo stesso tempo, della strategia di Enel, che è guidata dall’innovazione e dalla sostenibilità e fortemente incentrata sul cliente.

Il nuovo Piano cattura le opportunità derivanti da questa transizione energetica prevedendo un’accelerazione degli investimenti nelle rinnovabili (portando il totale capex a 11,6 miliardi di euro) e un focus sulle infrastrutture chiave per la trasformazione del settore energetico quali le reti, la mobilità elettrica e i servizi innovativi per il cliente.

Nel 2021 si prevede che il 62% dell’energia generata dal Gruppo Enel sia a zero emissioni, in decisa crescita rispetto al 48% stimato nel 2018, per effetto dell’aumento della capacità installata rinnovabile e della contestuale riduzione di capacità termica. Per massimizzare la creazione di valore anche rispetto ai trend di urbanizzazione ed elettrificazione della domanda, il Gruppo investirà 11,1 miliardi di euro nelle reti e ha stanziato 1,1 miliardi per Enel X.

Con riferimento ai principi fondamentali della strategia del Gruppo il piano strategico 2019-21 prevede:

  1. Crescita industriale: investimento previsto di 27,5 miliardi di euro nel triennio 2019-2021, con l’obiettivo di generare un incremento cumulato dell’EBITDA ordinario di 3,2 miliardi di euro, a cui contribuirà tutta la gamma degli investimenti nelle tre categorie di Asset Development, Customers e Asset Management.

  2. Efficienza operativa: confermato l’obiettivo di 1,2 miliardi di euro di benefici cumulati derivanti da efficienze previsti entro il 2021, principalmente per effetto degli investimenti in digitalizzazione.

  3. Semplificazione: Enel continuerà a incrementare la sua partecipazione nelle società controllate, proseguendone l’integrazione nel Gruppo e razionalizzando il portafoglio tramite la rotazione degli asset, con un’ottimizzazione ulteriore del ritorno complessivo e del profilo di rischio.

  4. Capitale umano: rilanciato fino al 2030 l’impegno per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Approccio “Shared Value” nei confronti di comunità e persone integrato nei processi di core business del Gruppo; introduzione di target aggiuntivi specifici per SDG 9 (Industria, Innovazione e Infrastrutture) e 11 (Città e comunità sostenibili).
     

La solidità del piano strategico, supportata dall’elevato grado di visibilità delle principali variabili industriali, ha consentito al Gruppo di confermare il target per il 2018, 2019 e 2020 introducendo nuovi target per il 2021 a ulteriore conferma della traiettoria di crescita sostenibile intrapresa da Enel.

Questa crescita si rifletterà anche a livello di remunerazione degli azionisti: il Gruppo continuerà ad applicare un payout ratio del 70% lungo tutto l’arco di piano, introducendo per la prima volta un dividendo minimo garantito per tutto il triennio 2019-21.

La positiva implementazione dei precedenti piani strategici, dal 2015 in poi, ha portato Enel a raggiungere una posizione di leadership nella transizione energetica e ha consentito al Gruppo di conseguire importanti risultati in relazione ai principi fondamentali della propria strategia.

Per ulteriori informazioni, vai al sito dedicato.

CMD 2018 - Obiettivi finanziari