Enel per la società e la cultura

Pubblicato lunedì, 13 gennaio 2014

Il Gruppo Enel è consapevole della propria responsabilità sociale ed è impegnato a dimostrarlo concretamente con iniziative tendenti a migliorare le condizioni economiche e sociali delle comunità in cui opera.

Enel Cuore Onlus è solo una di queste iniziative, ma certamente tra le più importanti – ha sottolineato l'amministratore delegato Fulvio Conti - per “manifestare l'impegno del Gruppo verso la società e la sostenibilità, a favore della gente che ha bisogno, in Italia e negli altri Paesi in cui siamo presenti”.

Enel Cuore ha da poco festeggiato i 10 anni con un bilancio di tutto rispetto: più di 570 progetti in Italia, Europa Orientale, America Latina, Africa e Nord America. In tutto sono stati stanziati quasi 52 milioni di euro a favore di oltre 400.000 fra malati, bambini, persone con disabilità e anziani in condizioni di disagio.

Ma la responsabilità sociale di Enel si manifesta anche sul fronte della cultura. Per esempio con il sostegno a istituzioni ed eventi musicali, e non solo di fama internazionale (come, in Italia, il Teatro alla Scala di Milano, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e il Festival del Maggio Fiorentino) ma anche in eventi di grande qualità seppure di rilievo più locale, come è il caso della Romania (Radio Orchestras), della Slovacchia (Festival del folklore di Východná), della Russia e di numerosi Paesi dell'America latina.

Stesso discorso per le arti figurative. Enel è Main Sponsor della Biennale Di Venezia e del Museo Macro di Roma, che tra l'altro ospita le opere vincitrici di Enel Contemporanea, il progetto del Gruppo per favorire la carriera e la popolarità di artisti promettenti di tutto il mondo. Ancora a Roma, un altro gioiello culturale che riceve sostegno da Enel è la magnifica Galleria Borghese, ma l'impegno di Enel per l'arte, sia antica sia moderna, si manifesta concretamente anche in Russia, Spagna, Slovacchia, Romania, Guatemala, Costa Rica e diversi altri Paesi dell'America Latina.