Conoscere le Smart Cities in Spagna

Pubblicato venerdì, 14 febbraio 2014

Endesa Educa, il progetto educativo del circuito Play Energy rivolto alle scuole spagnole, ha aperto al pubblico il centro operativo dei progetti smart del Gruppo Enel in Spagna, presso lo Smart Grid Service Center (SGSC) di Siviglia.

Recandosi al centro, i visitatori possono conoscere il mondo delle Smart Grids e delle Smart Cities, dai progetti di illuminazione ad alta efficienza alla mobilità elettrica, con l'ausilio di spiegazioni e pannelli tecnici.

In particolare, nel corso delle visite guidate al centro, vengono mostrate le attività quotidiane relative a:

  • mobilità elettrica, con più di 450 punti di ricarica monitorati nel Centro;
  • edifici intelligenti e Micro Grids: il centro gestisce in tempo reale la potenza generata e il consumo energetico, con l'obiettivo di raggiungere il perfetto equilibrio tra i due tra le strutture e la rete;
  • illuminazione pubblica efficiente: il centro controlla l'infrastruttura di illuminazione intelligente che il Gruppo ha installato in varie città come Merida, Muro de Alcoy e Barcellona; sono oltre 160.000 le persone che oggi beneficiano di questi sistemi di illuminazione;
  • sensori di monitoraggio: le informazioni inviate dai vari sensori vengono analizzate con l'obiettivo di fornire servizi alla cittadinanza, dalla videosorveglianza alla rilevazione dell'inquinamento atmosferico;
  • social network: i visitatori possono osservare un'applicazione pratica dell'utilizzo dei social network da parte dei cittadini “intelligenti”, che hanno la possibilità di riportare incidenti o malfunzionamenti. Anche le osservazioni relative alle Smart Cities pubblicate sui social network vengono monitorate.

Il know-how del Gruppo Enel in Spagna, nello sviluppo delle smart cities, vanta case histories di eccellenza come Smartcity Málaga, Smartcity Barcellona e il progetto Gorona del Viento.

Attraverso la controllata Endesa vengono condotti inoltre i progetti ICONO (Intelligent Control Network Operation), finalizzato allo sviluppo di funzioni per il monitoraggio della generazione distribuita, ed ECCOFLOW, volto allo sviluppo di nuovi limitatori di corrente di guasto realizzati con materiali superconduttori.