Stoccaggio di energia: 3 impianti in Spagna

Pubblicato mercoledì, 19 febbraio 2014

Sei GW installati annualmente entro il 2017 e oltre 40 entro il 2022, a fronte dei 340 MW installati nel 2012 e nel 2013: sono le stime sulla crescita dello stoccaggio di energia, contenute un recente report della società di ricerca IHS.

Il sistema energetico del futuro, d'altronde, avrà sempre più bisogno dei sistemi di accumulo (chiamato anche stoccaggio o storage), soprattutto per via della diffusione delle fonti rinnovabili, per questo il Gruppo Enel sta investendo con decisione nella ricerca sullo stoccaggio.

Come in Spagna, dove la controllata Endesa ha avviato i primi tre impianti per lo stoccaggio di energia, presso i propri impianti di generazione nelle Isole Canarie.

Il Progetto STORE è la principale iniziativa di stoccaggio di energia concepito per le isole, e ha l'obiettivo primario di dimostrare la fattibilità tecnica ed economica di sistemi di accumulo su vasta scala.

Il progetto, del valore di 11 milioni di euro, incoraggia inoltre la totale integrazione delle energie rinnovabili: l'accumulo di energia, infatti, incrementerà la capacità operativa di queste fonti di ben 24 ore al giorno, a prescindere dalle specifiche richieste del sistema.

L'impianto nella città di La Aldea de San Nicolás, nella Gran Canaria, utilizzerà lo stoccaggio elettro-chimico sotto forma di batterie a ioni di litio da 1MW/3MWh, mentre l'impianto di Alajeró in La Gomera userà un sistema a batterie a volano da0,5MW/18MWs; a Breña Alta, La Palma, verranno installati ultra-condensatori da 4MW/20MWs.

La scelta delle Isole Canarie come sito per il progetto non è casuale, poiché intende fornire una risposta ai problemi relativi ai sistemi energetici sulle isole, dove la stabilità della rete dipende fortemente dalla generazione da fonti rinnovabili.