I Basketball Lovers ai mondiali con Endesa

Pubblicato giovedì, 15 maggio 2014

Il nuovo capitolo della partnership tra Endesa e la Federazione spagnola di basket  vede ora protagonisti i giovani con il Programma ScuolaBasketball Lovers 2014, un concorso per gli studenti delle scuole primarie e secondarie nelle sei città spagnole (Bilbao, Barcellona, Madrid, Siviglia, Granada, Las Palmas de Gran Canaria) che ospiteranno il Campionato mondiale di basket 2014.

Il concorso è suddiviso in due categorie: disegno e fotografia. Le scuole partecipanti sceglieranno i migliori elaborati dei loro alunni, mentre una giuria composta da “leggende” della pallacanestro e membri delle istituzioni selezionerà due rappresentanti per ogni città.

I vincitori – oltre a essere premiati con biglietti omaggio per le partite del Campionato mondiale – potranno assistere agli allenamenti e riceveranno una maglietta con dedica direttamente dalle mani dei giocatori. Saranno gli utenti dei social network a decidere quali scuole (in ogni categoria e a livello nazionale) si aggiudicheranno forniture scolastiche per un valore di 3.000 euro, a testimonianza del valore che Endesa attribuisce al connubio sport-cultura.

Il sodalizio tra Endesa e il mondo del basket spagnolo è iniziato nel 2011 con l'accordo di sponsorizzazione del campionato professionistico, ora noto come Liga Endesa. Dal 2012 la società del Gruppo Enel è anche sponsor principale di tutte le squadre nazionali spagnole di basket.

L'intesa prevede inoltre un piano d'azione per incoraggiare la solidarietà attraverso lo sport. Nel 2012 si è tenuto il primo Solidarity Day in collaborazione tra Endesa e l'Associazione dei club di pallacanestro: un'intera giornata di partite del campionato spagnolo è stata infatti dedicata alla promozione di uno specifico progetto sociale. Il primo “Solidarity Day” ha sostenuto gli sforzi dell'UNICEF nel combattere la malnutrizione infantile, mentre l'evento del 2013 ha avuto come beneficiaria la Croce Rossa e la sua campagna di raccolta di cibo per i più bisognosi.