Nuovi progetti in Africa per Enel

Pubblicato martedì, 27 maggio 2014

Enel Green Power ha collegato alla rete il suo primo impianto fotovoltaico in Sudafrica, presso la città di Upington, che segna l'ingresso del Gruppo Enel - già presente in Marocco con Endesa - nell'Africa subsahariana. Il nuovo impianto di 10 MW potrà produrre a regime fino a 20 milioni di KWh annui, provvedendo al fabbisogno energetico di circa mille famiglie sudafricane.

In seguito alla vittoria nella gara governativa del 2013, EGP installerà in Sudafrica oltre 300 MW ulteriori di capacità fotovoltaica e circa 200 MW eolici, diventando così il primo gruppo per capacità installata nel Paese.

Gli investimenti di Enel in questo continente non sono casuali, poiché l'Africa subsahariana ospita sette delle dieci economie con i più elevati tassi di crescita nel quinquennio 2011-2015. Sviluppo demografico e abbondanza di risorse incidono positivamente sulla domanda energetica, creando le condizioni ideali per lo sviluppo delle attività di Enel, in particolare nel settore delle rinnovabili.

Secondo l'International Energy Agency circa il 57 per cento della popolazione africana (e il trend è in aumento) non ha accesso all'elettricità per carenza di infrastrutture adeguate. Ciò fa preferire la produzione di energia rinnovabile, che può essere sfruttata localmente anche con una rete di dimensioni limitate. Gli impianti che utilizzano fonti rinnovabili, inoltre, necessitano di tempi di realizzazione assai più brevi e rappresentano la via più rapida per soddisfare il crescente bisogno di energia.

L'investimento nei mercati emergenti riveste un ruolo centrale nel business plan 2014-2018 di Enel Green Power. Nel continente africano Enel sta valutando l'avviamento di progetti in paesi come Mozambico, Tanzania, Namibia, Kenia e Uganda che dispongono di un enorme potenziale di sviluppo nel solare, nell'eolico e nella geotermia.