Bilancio di sostenibilità 2013, Enel si conferma all'avanguardia nella CSR

Pubblicato martedì, 24 giugno 2014

Governance trasparente, creazione di valore economico-finanziario, sviluppo delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni climalteranti. Queste le priorità fissate dal Bilancio sostenibilità 2013 di Enel, il documento che misura la responsabilità d'impresa dal punto di vista economico, sociale ed ambientale.

Rispetto al 2012 si confermano al centro della strategia aziendale tematiche come efficienza energetica,  sviluppo delle reti intelligenti e aumento della qualità del servizio al cliente. Maggiore attenzione è stata dedicata ad alcuni tra i principali driver di inclusione sociale: rispetto dei diritti umani, relazioni con le comunità dei territori in cui opera Enel, accesso all'energia elettrica.

Su quest'ultimo tema il Bilancio di sostenibilità, che descrive tutte le dimensioni della Corporate Social Responsibility (CSR) di Enel, ospita il dossier di ENabling ELectricity, il programma per la promozione dell'accesso all'elettricità lanciato da Enel a fine 2011 come membro del Global Compact LEAD e del programma Sustainable Energy for All dell'ONU. ENabling ELectricity prevedeva di raddoppiare il numero dei suoi beneficiari entro il 2014, ma l'obiettivo è stato raggiunto già nel 2013, con oltre 2.3 milioni di persone nel mondo che ora usufruiscono dell'accesso all'elettricità grazie a Enel.

Sul fronte dell'impegno per il sociale del gruppo Enel, il Bilancio di sostenibilità illustra i principali progetti in corso. Il documento include anche una panoramica dei principi-guida delle politiche aziendali, come il Codice Etico, il Piano Tolleranza Zero contro la Corruzione e la Policy sui diritti umani.

Enel è inoltre il primo gruppo energetico al mondo a essersi sottoposto alla valutazione Ceres-Aqua Gauge, un'analisi della gestione delle risorse idriche delle aziende.

Con il Bilancio di sostenibilità 2013 prosegue dunque quel percorso, iniziato da Enel 11 anni fa, verso i più alti standard di sostenibilità: sempre più leva strategica per il Gruppo che punta a confermarsi ai vertici del mercato globale dell'energia.