Enel Lab: un anno di successo il futuro alle porte

Pubblicato venerdì, 6 giugno 2014

È tempo di tirare le somme sui risultati ottenuti da Enel Lab, il laboratorio d'impresa di Enel dedicato alle startup, e sulle prospettive di crescita per il prossimo futuro, a un anno di distanza dalla proclamazione dei 7 vincitori della prima edizione del programma.

Enel è infatti impegnata in questi giorni nella Performance Review relativa al primo anno di partnership e alle collaborazioni tra start up e divisioni, e con un occhio di riguardo verso il futuro, perché la valutazione complessiva terrà in considerazione anche quali start up presentano le maggiori potenzialità di business, tecnologiche, il fit strategico con il Gruppo e l'effettivo interesse da parte delle divisioni nelle tecnologie.

La valutazione complessiva sull'esperienza vissuta sino a oggi è col segno più. “L'anno scorso, quando siamo partiti, questo era un esperimento”, ha dichiarato Alberto de Paoli, responsabile Pianificazione strategica Enel e direttore di Enel Lab, in una recente intervista a EnelTV. “Abbiamo mosso il primo passo verso l'innovazione all'esterno dell'azienda, e non sapevamo come sarebbe andata. Ci siamo impegnati molto e il bilancio dopo il primo anno è assolutamente positivo”.

De Paoli sottolinea la concretezza del progetto Enel Lab, un “piano che è industriale e non finanziario, e prevede che queste startup abbiano tutta una serie di facilitazioni dal punto di vista legale, amministrativo, fiscale, di aiuto e accesso ad altri finanziamenti”.

“È stato fatto un ottimo lavoro – ribadisce De Paoli - e le startup si sono integrate benissimo nel tessuto aziendale”. Anche per questo, vista l'esperienza di successo vissuta sino ad oggi, è già ai nastri di partenza la nuova edizione di Enel Lab. Come sarà? “Vogliamo essere più continui, più mirati, e con una maggiore apertura ad altri Paesi del mondo” dice il direttore di Enel Lab. E per saperne di più basta visitare il sito di Enel Lab e mettersi in contatto con il laboratorio d'impresa ideato da Enel.

Nel corso di quest'anno i vincitori del primo bando Enel Lab hanno “vissuto” all'interno di Enel, usato i laboratori, avvalendosi dei tecnici e sperimentato le loro idee direttamente sul campo. Grazie alla presenza del Gruppo in 40 Paesi, Enel ha inoltre contribuito a dare ampio respiro all'attività delle startup inserendole nel campo internazionale, con accesso a tutto quello che una grande azienda può mettere a disposizione.