Smart Street Lighting. L'illuminazione pubblica delle città non è mai stata così intelligente

Pubblicato lunedì, 16 giugno 2014

Si chiama Smart Street Lighting, ma la traduzione letterale (illuminazione stradale intelligente) non rende l'idea di quante e quali soluzioni innovative si celino dietro a queste tre parole. Nell'era delle città intelligenti i tradizionali lampioni che illuminano i nostri centri urbani si stanno trasformando in un incubatore di funzionalità e servizi che uniscono efficienza energetica, mobilità sostenibile, tutela dell'ambiente, risparmio economico, sicurezza, gestione del traffico e maggiore vivibilità delle strade e delle piazze delle nostre città.

La nuova concezione dell'illuminazione, riassunta dall'espressione Smart Street Lighting, concepisce quello che sino ad oggi era un banale insieme di lampioni in un sistema di punti che compongono una rete complessa ed evoluta nella quale sono integrate una vasta molteplicità di servizi.

Il sistema di telecontrollo, sviluppato negli anni da Enel Sole, è uno dei cardini dello Smart Street Lighting e rispecchia in pieno il nuovo paradigma che già caratterizza i progetti di smart city del Gruppo, in Europa e America Latina. Grazie a questo sistema infatti è possibile gestire in remoto la rete di illuminazione pubblica, effettuare la diagnostica degli apparecchi e degli impianti permettendo di migliorare il servizio offerto all'utenza e, in caso di guasto, intervenendo per il ripristino con tempi certi e contenuti con una riduzione significativa dei costi di manutenzione.

Le smart city sono incubatori di questo paradigma dell'illuminazione pubblica 2.0 che attraverso la rete di 'lampioni' introduce innovazioni e cambiamenti che vanno dalla videosorveglianza alla diffusione delle colonnine di ricarica dell'auto elettrica, dal controllo del traffico alla comunicazione Wi Fi. Il Gruppo porta avanti da anni progetti di sviluppo di questa nuova era smart dell'illuminazione dei centri urbani e lo fa non solo con i progetti di Enel Sole ed Endesa, ma anche, per esempio, sostenendo start-up come Smart-I che è stata selezionata da Enel Lab proprio per il suo prototipo innovativo Smart Eye, un occhio intelligente applicato ai lampioni stradali che è in grado di illuminare dove e quanto serve, ma anche di aumentare la sicurezza urbana, e di fornire servizi a valore aggiunto per i cittadini quali il controllo semaforico e l'analisi delle aree di parcheggio dei veicoli.