Enel si aggiudica il Premio Fraunhofer per le buone pratiche in ambito tecnologico

Pubblicato giovedì, 10 luglio 2014

Il Fraunhofer Institute for Production Technology (“Fraunhofer IPT”) ha premiato Enel nella categoria “Successful Practices in Technology Intelligence”. Nell'area dell'innovazione, la technology intelligence è l'attività che consente alle aziende di individuare opportunità o minacce derivanti dall'uso della tecnologia in grado di avere un impatto sul business futuro.

L'istituto di ricerca tedesco, coadiuvato da un consorzio di 16 aziende (tra cui Audi, BASF , BMW Group, Roche Diagnostics, Robert Bosch, Rosen) ha scelto di assegnare questo riconoscimento al Gruppo Enel dopo un lungo processo di valutazione che ha coinvolto oltre 200 imprese europee. Enel è stata premiata (ex aequo con tre società tedesche, 3M Deutschland, OSRAM e Wittenstein e con la svizzera Endress + Hauser) per il suo approccio strategico all'innovazione, per l'utilizzo di pratiche e strumenti tecnologici all'avanguardia e per l'impegno nell'identificazione di nuove opportunità di business. Enel è stata l'unica utility e l'unica azienda italiana a ricevere un premio dall'Istituto.

“Il team di innovazione di Enel ha illustrato alla giuria del premio una serie di pratiche di technology intelligence che abbiamo sviluppato e implementato: dalla technology map, che è il processo che definisce la strategia e le priorità in ambito tecnologico, all'uso di piattaforme per la gestione dei progetti di innovazione e dei diritti di proprietà industriale, fino a  EIDOS, il tool di crowdsourcing creato per mettere insieme le idee di tutti i colleghi” ha spiegato José Arrojo, responsabile Innovazione Enel, che ha ritirato il premio alla conferenza di chiusura tenutasi ad Aquisgrana.

L'utilizzo di queste pratiche ha aiutato Enel a disegnare e mettere in atto un piano di innovazione che ha contribuito, negli anni, a incrementare l'efficienza e la sostenibilità ambientale delle attività del Gruppo.