Crescere con open innovation e crowdsourcing

Pubblicato venerdì, 12 settembre 2014

Nell'epoca dei makers e delle startup, l'innovazione si sviluppa ormai in un territorio globale dove anche un singolo individuo può introdurre sul mercato un prodotto o una soluzione in grado di cambiare il business delle aziende e migliorare le performance di interi segmenti di mercato.

Open innovation e crowdsourcing sono ormai entrate nel vocabolario comune delle grandi imprese e il Gruppo Enel ha dato forma a diverse iniziative che percorrono questi modelli di business per migliorare i processi, la produzione e introdurre innovazione tecnologiche all'interno delle proprie attività. Tra gli esempi più noti ci sono l'incubatore d'imprese Enel Lab, le iniziative di open innovationJoin the Race to the Clean Energy Future, lanciata da Enel Green Power, ed Endesa 2244, promossa dall'azienda iberica, come anche la piattaforma di crowdsourcing aziendale Eidos Market aperta agli oltre 71mila dipendenti che lavorano nel Gruppo Enel.

Gli ambiti dell'innovazione 2.0 sono tanti. E in un settore come quello energetico possono riguardare sia la produzione che la distribuzione di elettricità, sia la gestione e manutenzione delle centrali sia il servizio al consumatore finale. Una rete di interazione e dialogo continuo unisce sempre più imprese, centri di ricerca e startup ed Enel è protagonista di questo network anche attraverso progetti e iniziative che si rivolgono a singoli makers o a semplici consumatori. In questo senso sono di esempio, tra l'altro, l'iniziativa lanciata in occasione dell'hackathon mondiale di Microsoft, aperto a sviluppatori di tutto il mondo, durante il quale Enel Distribuzione ha offerto ai partecipanti la possibilità di sviluppare app prototipo utilizzando i dati di Enel smart info, e l'iniziativa di crowdsourcing che ha portato i retail store e le stazioni di ricarica per l'auto elettrica di Enel ad essere incluse tra i dataset geo-referenziati nell'ultima versione della cloud di Linked Open Data realizzata dall'università di Mannheim.