Enel in Russia al Forum "Sochi 2014"

Pubblicato venerdì, 26 settembre 2014

Enel ha partecipato a Sochi 2014 - Forum internazionale per gli investimenti, giunto quest'anno alla decima edizione, ospitato nel parco olimpico della città sulle rive del Mar Nero dal 18 al 21 settembre. L'appuntamento nel Kraj di Krasnodar è uno degli eventi principali nell'agenda annuale di forum e workshop organizzati nella Federazione e dedicati al dialogo tra imprese e istituzioni internazionali e russe.

Sviluppo economico globale, prospettive di investimento sul mercato locale, progetti di innovazione e su larga scala all'interno delle varie regioni della Federazione Russa. I quattro giorni di Forum hanno raccolto a Sochi rappresentanti della comunità internazionale del business, di istituzioni e aziende russe, esponenti della missioni diplomatiche estere nel Paese oltre ad analisti ed esperti.

Il Gruppo Enel ha preso parte a Sochi 2014 con Enrico Viale, direttore generale Enel Russia, e Stephan Sweguinzow, presidente del Consiglio di amministrazione della OJSC. Il management di Enel Russia ha partecipato sia alla riunione plenaria del Forum, intitolata "La Russia tra Europa e Asia: nuova politica regionale nel mondo moderno" e presieduta dal primo ministro della Federazione Dmitry Medvedev, sia alle sessioni organizzate dal ministero russo dell'energia dedicate ai temi "Risparmio energetico ed efficienza energetica: gli strumenti di raccolta degli investimenti" e "Il ruolo del settore dell'energia e degli idrocarburi nell'economia russa: fautore o fattore di crescita?", moderate dal ministro Alexander Novak.

"Per il Gruppo Enel è un'opportunità partecipare a questo evento e continuare il dialogo con le autorità, visto che in Russia non solo siamo presenti da parecchio tempo ma siamo un operatore locale e pienamente integrato nella produzione di energia" ha sottolineato Viale. "Siamo considerati come un'azienda che ha sempre mantenuto gli impegni presi sia negli investimenti che nei progetti di miglioramento, e vogliamo riconfermare nel futuro la relazione di stima reciproca che abbiamo con il governo e i nostri partners e clienti".