Mobilità elettrica, Enel e Hubject insieme per una rete di ricarica europea

Pubblicato giovedì, 9 ottobre 2014

Partire da Palermo e raggiungere Capo Nord, in Norvegia, a zero emissioni, guidando un'auto elettrica. Il sogno di una mobilità totalmente sostenibile diventerà presto realtà, grazie alla creazione di una rete di ricarica presso 5mila stazioni, in un'area che va dalla Sicilia alla Lapponia.

Enel Distribuzione, controllata del Gruppo Enel, e Hubject GmbH, joint venture formata da BMW,Bosch, Daimler, EnBW, RWE e Siemens con sede a Berlino, hanno firmato un Memorandum d'Intesa per sviluppare una piattaforma "eRoaming" a livello europeo di colonnine interoperabili. Questo permetterà ai proprietari di veicoli elettrici di ricaricare la propria auto in stazioni gestite da operatori diversi, pagando il rifornimento direttamente in bolletta, indipendentemente dal distributore con cui hanno un contratto.

La collaborazione tra Enel e Hubject nell'eRoaming è frutto del progetto di ricerca Green eMotion, finanziato dalla UE e avviato nel 2011 con il coinvolgimento di 43 partner, tra pubblici e privati.

“Siamo consapevoli della necessità di avere ricariche user-friendly sia a livello nazionale, sia estero”, ha spiegato Livio Gallo, direttore della divisione globale Infrastrutture e Reti del Gruppo Enel. L'obiettivo dell'intesa è infatti quello di rendere compatibili il sistema EMM (Electric Mobility Management ) di Enel e "intercharge", la piattaforma eRoaming di Hubject. Lo scambio di tecnologie e competenze tra le due aziende, ha aggiunto Gallo, permetterà di “accelerare l'interconnessione delle infrastrutture di ricarica in tutta Europa, per dar vita a un nuovo modello di mobilità elettrica, migliorando il comfort del conducente e promuovendo la cultura del viaggio eco-friendly.”

“Con i nostri partner, abbiamo già fatto importanti passi in avanti nella creazione di un network europeo di ricarica customer-friendly. Siamo lieti di aver trovato in Enel un altro partner forte e competente". Ha affermato Andreas Pfeiffer, CEO di Hubject.

Attualmente la piattaforma EMM di Enel supporta oltre duemila punti di ricarica (sia propri che di altre aziende) in Spagna, Italia, Romania e Grecia. Mentre Hubject gestisce un sistema eRoaming cui aderiscono più di 120 operatori con circa tremila strutture di ricarica in tutta Europa, identificabili dal logo intercharge, simbolo che permette di individuare i punti di ricarica customer-friendly.