Cile, una miniera di energia solare

Pubblicato giovedì, 29 gennaio 2015

Secondo un recente studio del ministero dell'Energia del Cile, il Norte Grande, ovvero la regione settentrionale del Paese, potrebbero trasformarsi presto in una vera miniera energetica alimentata da  una fonte totalmente rinnovabile, il Sole.

Nel nord del Cile, le aree del deserto dell'Acatama, dell'Arica-Paniracota, l'Antofagasta e la Tarapacá, si trovano infatti a basse latitudini e sono quindi soggette ad un'alta e continua irradiazione. Grazie a questa posizione geografica, in base alle stime del governo cileno, l'area ha un potenziale di generazione di 550 GW per il solare a concentrazione (CSP, Concentrated Solar Power) e di 1.260 GW per il fotovoltaico.

Una prospettiva di crescita nel settore per il Paese sudamericano confermata dall'International Energy Agency (IEA) che nel Medium Term Renewable Energy Market Report 2014, colloca il Cile in linea con le prospettiva di sviluppo del fotovoltaico in Nord America (oltre 5 GW di nuova potenza installata entro il 2020).

Una previsione condivisa dagli analisti dell'agenzia internazionale IHS che nel white paper sulle prime previsioni per il solare nel 2015, pubblicato nei giorni scorsi, stima che tra i mercati emergenti il Cile seguirà il Sud Africa, raggiungendo 1 GW di potenza fotovoltaica installata entro la fine dell'anno.

Un obiettivo al quale il gruppo Enel fornisce e fornirà il proprio contributo attraverso le tecnologie e i progetti portati avanti nel Paese Sudamericano da Enel Green Power (EGP).

Alla fine di dicembre, EGP ha allacciato alla rete elettrica del Paese due nuovi impianti solari, Lalackama e Chañares, e ha messo in esercizio ulteriori 4 MW di Diego de Almagro, il parco fotovoltaico situato nell'Atacama, che ha così raggiunto la piena operatività con una capacità  installata totale di 36 MW. I 225mila pannelli solari utilizzati per l'impianto sono stati prodotti dalla 3SUN, azienda Italiana con base a Catania (Sicilia) controllata da EGP. La tecnologia a “film sottili” sviluppata da 3SUN è particolarmente adatta per sfruttare la forte irradiazione presente alle basse latitudini e permette di generare tra il 5 e l'8% di energia in più rispetto ai pannelli in silicio.

Il nuovo impianto di Lalackama, situato nell'Antofagasta, ha una capacità installata di 60 MW, è il più grande impianto solare di EGP: è in grado di generare fino a 160 GWh all'anno, pari al fabbisogno di circa 90mila famiglie cilene, evitando l'emissione in atmosfere di oltre 100mila tonnellate di CO2.

Il parco fotovoltaico di Chañares, limitrofo al quello di Diego de Almagro, ha una capacità di 40 MW e può generare fino a 94 GWh all'anno, garantendo l'energia a circa 53mila famiglie e riducendo di 59mila tonnellate le emissioni di CO2.

Per la realizzazione dei due nuovi impianti, la controllata green di Enel ha investito circa 240 milioni di dollari USA.