Cile e Colombia, sviluppo verde e smart

Pubblicato martedì, 24 febbraio 2015

Grande disponibilità di fonti rinnovabili, espansione demografica, aumento della domanda di energia, programmi di modernizzazione delle infrastrutture. Sono i numerosi punti in comune tra Cile e Colombia, Paesi chiave per il business di Enel in un'area, l'America Latina, in cui il Gruppo opera quotidianamente per favorire lo sviluppo nel rispetto dell'ambiente e delle comunità locali.

Tramite Enersis e altre società controllate, in Cile il Gruppo è attivo nel Paese nella generazione, nella distribuzione e nella vendita di energia. In particolare  è il principale produttore e distributore di elettricità, con una capacità installata pari a circa 6,6 GW, una produzione annua netta di  quasi 20 TWh tra fonti tradizionali e rinnovabili(in particolare idroelettrico, ma anche eolico e fotovoltaico, cui prossimamente si aggiungerò il geotermico) e oltre 1.7 milioni di clienti finali.

La sinergia tra Cile ed Enel si articola in più settori, dalla generazione – specie quella da fonti rinnovabili, dove il know-how sviluppato da Enel Green Power nella geotermia, nel fotovoltaico e nell'eolico, così come nello storage, può rappresentare la soluzione ideale per valorizzare le risorse del paese andino – alle più avanzate tecnologie di rete: la capitale Santiago è infatti al centro di un progetto Smart City avviato nel 2013.

Tramite le controllate locali il gruppo Enel è la più grande azienda elettrica privata in Colombia. Nel settore della produzione Emgesa e Enel Green Power, con una potenza installata di circa 3 GW, rappresentano il 21,5% del mercato della generazione. Codensa ed Empresa de Energía de Cundinamarca gestiscono 65.000 chilometri di rete di bassa e media tensione, distribuendo energia a circa 3 milioni di clienti a Bogotá e dintorni (25% del mercato).

Nell'ambito di un più ampio programma di sviluppo di infrastrutture di trasmissione elettrica, Codensa sta lavorando alla costruzione di due nuove cabine primarie a Bogotà, per far fronte all'aumento della domanda di elettricità e garantire il servizio ai quasi 10 milioni di abitanti della capitale.

Migliorare la rete di infrastrutture per rispondere alle esigenze del contesto è una priorità per il gruppo Enel in tutta l'America Latina, come spiega Livio Gallo, direttore della divisione Global Infrastructure and Networks: “È un continente in forte crescita demografica, con numerose megacity. La crescita del consumo pro capite richiede sicurezza e affidabilità della rete, ed Enel sta rispondendo a questa necessità con soluzioni smart in diversi Paesi dell'area, a partire dall'introduzione di tecnologie per il telecontrollo e l'automazione di componenti e sistemi di distribuzione”.