Enel chiama, l'innovazione risponde

Pubblicato lunedì, 16 febbraio 2015

Un successo nel segno della open innovation. Il primo bando del programma Internet Cleantech ENablers Spark (INCENSe), promosso dal Gruppo Enel a sostegno di startup con idee innovative nell'ambito della clean technology, ha raccolto 230 candidature arrivate da 30 Paesi europei e da Israele. Più della metà delle application provengono da Italia e Spagna, l'85% è stato avanzato da piccole e medie imprese mentre il restante 15% da singoli imprenditori.

La selezione delle 14 vincitrici della prima call è in corso e ad aprile verranno resi noti i nomi delle startup prescelte. Ma INCENSe dà già appuntamento a giugno 2015 per il secondo bando con il quale verranno ammessi al programma altri 28 progetti.

INCENSe è cofinanziato dalla Commissione europea tramite il programma FIWARE. Con un budget di oltre 6 milioni di euro, il super-acceleratore per le energie pulite vede tra i suoi promotori Enel ed Endesa insieme ad Accelerace, autorevole incubatore danese di startup energetiche, e FundingBox, la prima e più importante piattaforma pubblica per nuove imprese e ricercatori.

L'Internet Cleantech ENablers Spark si rivolge a PMI e startup che intendono sviluppare tecnologie internet based negli ambiti di efficienza energetica, domotica, rinnovabili, smart grid, accumulo, automazione, mobilità elettrica, sicurezza informatica e digitalizzazione.

L'obiettivo di INCENSe è promuovere l'innovazione e la crescita dell'occupazione tecnologica nel settore energetico attraverso lo sviluppo di prodotti e servizi per il mercato in grado di rendere più smart, efficiente e affidabile l'utilizzo dell'energia. Il programma si inserisce nella lunga serie di iniziative promosse dal Gruppo negli ultimi anni per lo sviluppo di startup, la formazione d'eccellenza delle nuove generazioni e il sostegno a idee innovative nel settore dell'energia.