Green eMotion, la mobilità elettrica parla europeo

Pubblicato martedì, 10 marzo 2015

Quattro anni di durata, 42 partner, dodici progetti pilota in diverse nazioni europee: questi i numeri di Green eMotion, che hanno portato alla realizzazione di una rete di infrastrutture integrate per veicoli elettrici e allo sviluppo di una piattaforma software che consente al cliente di prenotare un punto di ricarica e utilizzare diversi sistemi di pagamento.

Lo scopo dell'iniziativa, lanciata nel 2011 dall'Unione Europea nell'ambito degli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti (del 20 per cento entro il 2020 e del 40 per cento entro il 2030, rispetto ai livelli del 1990), era definire una serie di standard continentali nel settore della mobilità elettrica per favorirne lo sviluppo, creando una piattaforma sostenibile e basata su una regolamentazione comune.

Il know-how è stato messo a disposizione da un consorzio di costruttori di automobili, utilities, enti locali, università e istituti di ricerca e tecnologici, guidato da Enel in qualità di Regional Board Coordinator. In particolare, in virtù della sua vasta esperienza in materia, Enel ha seguito la sperimentazione sull'interoperabilità (la possibilità di ricaricare la propria auto utilizzando infrastrutture di qualsiasi operatore). Enel Distribuzione ha infatti realizzato il primo sistema di ricarica interoperabile in Italia, e il primo in Europa tra due operatori di Paesi diversi.

La fase di sperimentazione di Green eMotion è stata condotta in contesti reali, affrontando problematiche come l'integrazione delle fonti rinnovabili e gli aspetti qualitativi della fornitura di elettricità. I principali risultati dell'iniziativa sono stati presentati al terzo EU Electromobility Stakeholder Forum e al Comitato economico e sociale europeo, evento che ha visto protagonisti decisori pubblici e operatori socioeconomici.

Enel è leader nel settore della mobilità elettrica dal 2009 con l'avvio del progetto “e-Mobility Italy” e con il successivo sviluppo di un'infrastruttura intelligente per la ricarica di e-car sul territorio nazionale, che conta ad oggi oltre 1.500 stazioni gestite dal sistema centrale di controllo EMM (Electric Mobility Management). Il Gruppo è inoltre impegnato in progetti di sviluppo della mobilità elettrica in Spagna, in ambito UE e nel resto d'Europa ed in America Latina.

Ulteriori dettagli sui risultati del progetto Green eMotion sono disponibili all'indirizzo www.greenemotion-project.eu.