Reti, mercato libero, quadro regolatorio: le sfide energetiche della Romania nel 2015

Pubblicato giovedì, 5 marzo 2015


Si è di recente tenuta a Bucarest la quarta edizione dello ZF Power Summit, significativo evento di discussione sul mondo dell'energia organizzato dal quotidiano rumeno Ziarul Financiar.


Il meeting ha coinvolto alcune fra le principali personalità del settore, tra cui i ministri romeni dell'Economia e dell'Ambiente, dirigenti di organismi di regolamentazione, imprenditori, banchieri. Numerosi gli argomenti di dibattito: dalla gestione dei cambiamenti in atto (legati alle variazioni del costo del petrolio e del gas) e delle possibilità di investimento nel mercato interno, allo sviluppo di progetti di interconnessione fino alla direzione assunta dalla nuova strategia energetica della Romania, che ha comportato una modifica del quadro regolatorio.

Tra gli speaker era presente Toni Volpe, Country Manager di Enel in Romania, che ha discusso in un panel dedicato alle sfide che la Romania dovrà affrontare nel 2015. “Era previsto che il quadro normativo rimanesse stabile per diversi anni, ma l'Authority romena ha introdotto già nel 2014 delle modifiche nella regolamentazione della distribuzione” ha commentato Volpe. “Enel, secondo distributore e retailer di energia per dimensione e primo per risultati economici e livello di servizio, proseguirà comunque nell'ammodernamento delle reti e nello sviluppo del mercato libero. Ora ci attendiamo la definizione di un quadro regolatorio prevedibile e stabile, condizione necessaria per far crescere gli investimenti”.

Attiva sul mercato romeno dal 2005, Enel è attualmente il più grande investitore privato nel settore energetico del Paese, con attività di generazione da fonti rinnovabili, distribuzione, e vendita. Con oltre 3.400 dipendenti, l'azienda fornisce servizi a 2,7 milioni di clienti in tre aree strategiche: Muntenia Sud (che comprende l'area di Bucarest), Banat e Dobrogea, pari a un terzo del mercato della distribuzione elettrica in Romania. Enel sta inoltre sviluppando un significativo programma di investimenti per garantire il miglior servizio possibile agli utenti ed elevare la qualità e la sicurezza della rete elettrica, in conformità con gli obiettivi di sostenibilità delineati dal Gruppo.