Enel ed Endesa insieme alle 14 startup di INCENSe

Pubblicato lunedì, 20 aprile 2015

"Vogliamo lavorare con le startup per coinvolgerle nella nostra innovazione e cambiare insieme il mondo dell'energia", sono le parole del responsabile Innovazione e sostenibilità del gruppo Enel, Ernesto Ciorra, a margine della cerimonia di premiazione delle 14 startup selezionate dall'acceleratore d'imprese INCENSe (Internet cleantech enablers spark), avvenuta il 17 aprile presso l'Auditorium Enel di Roma

Mobilità elettrica, sensori intelligenti, piattaforme cloud di gestione delle reti, app per l'ottimizzazione dei consumi, sistemi di previsione dei guasti. Sono solo alcuni degli ambiti in cui vogliono fare la differenza le 14 startup selezionate da INCENSe, progetto interamente dedicato alle aziende della clean technology, coordinato da Enel e sostenuto dalla Commissione Ue attraverso il programma FIWARE.

"Abbiamo bisogno di persone che vogliono cambiare il mondo" ha sottolineato Ciorra, aggiungendo: "Oggi non avere la connessione e non avere Internet vuol dire non avere le informazioni. E non avere informazioni significa non essere liberi. Noi forniamo elettricità per dare libertà alle persone".

GUARDA  LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE ON DEMAND

GUARDA LA FOTOGALLERY

Il programma INCENSe è stato lanciato da Enel, Endesa, dall'"incubatore di imprese" danese Accelerace e dalla società FundingBox specializzata nella raccolta di finanziamenti, con l'obiettivo di promuovere l'innovazione e la crescita dell'occupazione tecnologica nel settore energetico attraverso lo sviluppo dei prodotti e servizi legati alle tecnologie verdi. E la filosofia dell'open innovation che anima il programma è un tratto distintivo del nuovo corso del Gruppo che alla cerimonia di premiazione delle 14 startup selezionate era rappresentato anche dal responsabile globale Information and communication technology di Enel, Carlo Bozzoli.

Un contributo fino a 150 mila euro a fondo perduto e la partecipazione a un programma di incubazione di sei mesi affiancate dagli esperti del settore è ciò che ora aspetta le 14 startup selezionate: Exploded View S.L. (Spagna), Vatia Energia S.L. (Spagna), Nozomi Networks (Svizzera), ReMoni (Danimarca), ZENUP srl (Italia), Hevo Power (Olanda), Sensewaves S.A.S. (Francia), GreenApes (Italia), Geratriz, Lda (Portogallo), nJoin (Israele), CloudGrid (Danimarca), Applied Research to Technologies srl (Italia), Snapback (Italia), and TERA srl (Italia). Queste startup sono state scelte per il grande potenziale in termini tecnologici e di business e perché hanno dimostrato di poter introdurre cambiamenti significativi nel mercato energetico.

Il 15 giugno sarà lanciato un secondo bando per selezionare altri 28 progetti. Complessivamente l'acceleratore di imprese INCENSe coinvolgerà così 42 realtà imprenditoriali innovative con un budget complessivo di quasi 8 milioni di euro, cofinanziato dalla Commissione europea.