Enel, i giovani e il lavoro

Pubblicato venerdì, 3 aprile 2015

Insegnare ai giovani un lavoro oppure aiutarli a scoprire la loro professione. È una preoccupazione che non ha latitudine e che il Gruppo Enel fa sua in tutti i contesti locali nei quali è presente facendosi promotore, con le sue società, di iniziative di formazione che riguardano in particolare i giovani ma non solo.

In Brasile Ampla offre abitualmente corsi gratuiti per imparare professioni tecniche nell'ambito dell'iniziativa sociale Consciência Ampla. Per i muratori di Niterói e Petrópolis, città nello Stato di Rio de Janeiro, il mese di marzo ha offerto a 70 persone la possibilità di iniziare a frequentare corsi serali della durata di tre mesi per diventare anche idraulici. E sempre nell'ottica di favorire lo sviluppo della comunità locale creando nuove opportunità per i giovani, Ampla organizza anche, nelle aree dove svolge il suo servizio, periodici workshop di avviamento alla prima occupazione in particolare per i neodiplomati.

In Sud Africa Enel Green Power, in concomitanza con la messa in esercizio del suo primo impianto solare nel Paese ad Upington, ha avviato presso scuole tecniche locali una serie di corsi di formazione per installatori e venditori di pannelli fotovoltaici per impianti residenziali. Prima ancora di rappresentare un primo passo esplorativo del mercato retail nel “Paese arcobaleno”, questi corsi sono esempio dell'abitudine di Enel a integrarsi con la realtà locale cooperando con essa a più livelli e rispondendo a esigenze specifiche come, nel caso del Sud Africa, la necessità di manodopera specializzata.

In Italia Enel promuove la formazione professionale sia a livello locale che nazionale. Tra le iniziative di rilievo più recenti c'è la sperimentazione del programma di formazione in alternanza scuola e lavoro per studenti del quarto e quinto anno degli Istituti tecnici ad indirizzo Tecnologico, messo a punto dal Gruppo in collaborazione con Ministero dell'Istruzione, Ministero del Lavoro, Regioni e organizzazioni sindacali. L'iniziativa, lanciata nel settembre 2014, interessa oggi 145 ragazzi di sette regioni italiane assunti da Enel con un contratto di apprendistato di alta formazione attivato in concomitanza con l'inizio del quarto anno dell'istituto tecnico. Al termine del quinto anno, con la conclusione del percorso scolastico e il conseguimento del diploma tecnico, tenuto conto della valutazione di merito del percorso effettuato in azienda, è programmata una seconda fase di apprendistato professionalizzante della durata di un anno.