Mobilità elettrica: Malaga fa sul serio

Pubblicato venerdì, 17 aprile 2015

Oltre 3milioni e 400 km percorsi, più di 81mila ricariche effettuate e quasi 245 tonnellate di emissioni di CO2 evitate. Sono i numeri in continuo aumento del programma di mobilità elettrica ZEM2ALL in corso a Malaga. L'andamento dell'iniziativa, che unisce partner tecnologici di Spagna e Giappone, vede tra i suoi principali protagonisti Endesa e si può seguire in tempo reale tramite un sito dedicato che riporta il numero di veicoli in strada, di "pieni" di energia elettrica effettuati, la localizzazione delle colonnine per la ricarica libere o occupate e molto altro ancora.

Zero Emission Mobility to All, questo il nome che sta dietro l'acronimo ZEM2ALL, non è un semplice progetto ma una sorta di movimento culturale che, attraverso 200 "guidatori" volontari, promuove la e-mobility con l'utilizzo abituale di auto elettriche nella vita quotidiana di un contesto urbano. La scelta di Malaga non è infatti stata un caso. La smart city modello, realizzata da Endesa ed Enel, offre tra l'altro una rete di ricariche veloci tra le più estese in Europa che, grazie alle sue 23 stazioni pubbliche e alle centinaia di private, permette anche di raccogliere informazioni ed esperienze su un programma di introduzione di veicoli elettrici  molto esteso.

Per le strade di Malaga viaggiano ormai da diversi anni 160 Mitsubishi i-MiEVs e 40 Nissan Leaf. E vivendo immerso nella smart city, ZEM2ALL si è arricchito soprattutto di soluzioni tecnologiche implementate nella città andalusa con continue innovazioni, frutto del lavoro dell'intero Gruppo Enel, come il sistema di ricarica 2VG. Da Malaga è poi partita la diffusione dell'auto elettrica in tutta la Spagna che oggi ospita progetti nazionali come Movele e Victoria ed europei come GridforVehicles, Elvire, Green eMotion e Unplugged.