Immagazzinare l'energia per un futuro tutto rinnovabile

Pubblicato giovedì, 28 maggio 2015

Per giungere all'obiettivo di un sistema energetico alimentato esclusivamente da rinnovabili è necessario porre rimedio agli scompensi per la rete dovuti all'intermittenza di fonti come l'eolico o il solare. Attualmente si ovvia all'assenza di vento o sole con l'immissione in rete di energia prodotta dalle centrali termoelettriche o da quelle che utilizzano fonti  rinnovabili programmabili, come l'idroelettrico o la geotermia. Ora è finalmente possibile compiere l'ultimo passo, con lo sviluppo di batterie in grado di accumulare l'energia in momenti di picco di produzione (giornate ventose o con molto sole) e di reimmetterla nella rete quando è più opportuno.

In questo scenario è nata la collaborazione tra Enel Green Power e Tesla Motors, azienda statunitense attiva nel settore dei veicoli elettrici di alta gamma, per testare l'integrazione di sistemi di accumulo di energia Tesla negli impianti eolici e fotovoltaici di EGP. L'obiettivo è aumentare la produzione delle centrali e sviluppare servizi avanzati per una migliore integrazione delle energie rinnovabili nella rete elettrica. La partnership inizierà con la selezione di un primo sito pilota per l'installazione di un sistema di accumulo di Tesla da 1,5 MW di potenza e 3 MWh di capacità di stoccaggio.

“Abbiamo un approccio aperto all'innovazione: motivo in più per coinvolgere i migliori player del mondo in questo campo, siano essi grandi società o start up. L'importante è che, come Tesla, abbiano forte passione, competenza tecnica e volontà di migliorare il mondo. Non dobbiamo avere paura di aggiornare il nostro modello di business: è l'unico modo per superare i limiti dell'attuale sistema energetico e rimanere competitivi sul mercato” ha dichiarato Ernesto Ciorra, direttore della funzione Innovazione e Sostenibilità di Enel.

L'accordo si colloca nell'ambito di un programma complessivo di Enel Green Power per la sperimentazione di sistemi di storage stazionario, con progetti che coinvolgono altri importanti player mondiali del settore come Fiamm, General Electric, Samsung SDI e Toshiba, e rientra in un più ampio Memorandum of Understanding che prevede lo sviluppo della mobilità elettrica e l'integrazione di sistemi di energia Tesla nel business Enel.