Il progetto Reta Velha: efficienza e bene comune

Pubblicato venerdì, 26 giugno 2015

I furti di energia e le perdite di rete sono un fenomeno rilevante in Brasile in particolare nelle zone ad alto rischio sociale, dove la diffusione di fenomeni di violenza e delinquenza è tale da rendere difficoltoso anche l'accesso ai tecnici dedicati agli interventi di manutenzione ordinaria della rete elettrica. Per rispondere a questa esigenza Ampla, società del Gruppo Enel dedicata alla distribuzione nella città e nello Stato di Rio de Janeiro, ha ideato un progetto pilota caratterizzato da una metodologia di intervento innovativa.

L'approccio integrato del progetto Reta Velha unisce operazioni di tipo tecnico e azioni sociali a favore delle comunità che popola l'area da cui prende il nome, un quartiere situato a Itaboraí, nella zona metropolitana di Rio de Janeiro, dove abitano circa 5.300 persone e che nel 2013 presentava un tasso di perdite di rete pari al 73,4%.

Avviato nel 2014, il progetto è iniziato con la mappatura della zona e le relativa analisi dei rischi, identificando sia le aree maggiormente critiche sia le zone di maggior aggregazione (scuole, ospedali, chiese ecc). È stata coinvolta una ONG locale, specializzata nei progetti in zone di conflitti politici e sociali, e attivato l'ufficio mobile (Amplamóvil) per risolvere direttamente sul territorio le necessità dei clienti.

Tra le azioni sociali intraprese sono state incluse anche iniziative come la sostituzione di elettrodomestici vecchi con apparecchi nuovi a minore consumo di energia aiutando la comunità di Reta Velha a diventare più consapevole dei benefíci correlati all'efficienza energetica e quindi ai vantaggi del miglioramento della rete di distribuzione. Da questo percorso è così scaturita la possibilità di far intervenire con efficacia i tecnici Ampla per installare i contatori e permettere di avviare la fatturazione elettronica.

Grazie ad un accordo con il governo, Ampla ha introdotto anche una tariffa ridotta per gli abitanti della zona per un periodo di due anni, offrendo sconti incrementali al raggiungimento di determinate soglie di fatturazione elettronica e prevedendo di investire a favore di iniziative per la comunità una parte di quanto recuperato dalla riduzione delle perdite.

Il risultato delprogetto Reta Velha, a un anno dal suo avvio, è oggi quantificabile nei vantaggi anche economici che ha prodotto per la comunità del quartiere e nella riduzione di 66 punti del tasso percentuale delle perdite di rete, sceso nel 2014 al 7,4%, valore tra i più bassi della regione.