Messico, Enel avanti tutta

Pubblicato martedì, 23 giugno 2015

L'America Latina è un'area chiave per lo sviluppo di Enel, che ha previsto nel Piano Industriale 2015-2019 consistenti investimenti destinati all'aumento di capacità nel continente. Tra i principali mercati in crescita c'è il Messico, dove Enel Green Power vanta una capacità installata di 399 MW (dei quali 346 MW eolici e 53 MW idroelettrici) e ha attualmente in costruzione l'impianto eolico di Dominica II. All'inizio di marzo la società di Enel dedicata alle rinnovabili ha completato e allacciato alla rete il nuovo parco eolico di Sureste I-Phase II, nello stato di Oaxaca, che ha richiesto un investimento complessivo di quasi 160 milioni di dollari statunitensi.

Questi dati documentano l'importanza del ruolo che il Gruppo Enel gioca nell'ambizioso programma di sviluppo delle energie rinnovabili definito dal Governo messicano. L'obiettivo è modificare radicalmente il paradigma del settore energetico del Paese (a oggi alimentato per l'80 per cento con produzione da combustibili fossili) portando al 33 per cento la quota del mix di generazione elettrica nazionale ricavata da fonti rinnovabili. Una quantità di energia green quasi doppia rispetto a quella attuale (17 per cento) trainata dall'eolico, che vedrà triplicare la capacità installata passando dai circa 2,5 GW attuali a 9,5 GW. In quest'ambito anche le automobili verranno idealmente spinte dal vento di Enel Green Power, grazie alla definizione di un accordo con General Motors per la costruzione di un impianto da 34 MW a Toluca, che produrrà elettricità per alimentare l'attività manifatturiera dello stabilimento locale dell'azienda automobilistica.

“Il Messico è un Paese in piena crescita e dispone di un grande potenziale energetico, soprattutto nel settore delle rinnovabili. Il Gruppo Enel è presente nel Paese dal 2007 e ha investito a oggi circa 1.000 milioni di dollari” ha dichiarato Maurizio Bezzeccheri, responsabile America Latina di Enel Green Power, a margine del convegno Presenza e Sviluppo delle Imprese Italiane in Messico organizzato di recente a Milano da PricewaterhouseCoopers in collaborazione con  l'ambasciata d'Italia in Messico e altre istituzioni impegnate nelle relazioni commerciali italo-messicane. “Come EGP abbiamo una serie di progetti in rampa di lancio, in particolare nel settore eolico, che accompagneranno l'espansione demografica e le prospettive di crescita dei consumi energetici sia domestici che industriali”.

La sinergia tra Enel e il Messico non si limita tuttavia allo sviluppo di energia eolica. All'inizio del 2014 è stato siglato un memorandum d'intesa con l'Instituto de Investigaciones Electricas (l'ente messicano di ricerca per il settore elettrico) per la cooperazione nell'ambito della generazione geotermica e delle smart grids. Più di recente Enel è stata selezionata da Pemex, società pubblica messicana fornitrice di petrolio e gas, per sviluppare un impianto di cogenerazione da 517 MW di elettricità e 850 tonnellate l'ora di vapore in collaborazione con  la società internazionale Abengoa. Il progetto aiuterà il Governo messicano a realizzare il suo piano di abbattimento di circa il 50 per cento delle emissioni di gas serra entro il 2050.