con-le-comunita-locali-per-uno-sviluppo-sostenibile

Pubblicato venerdì, 10 luglio 2015

Quasi 35 milioni di euro investiti in progetti destinati alle comunità locali nelle aree dove le società del Gruppo Enel sono presenti con le loro attività. È la cifra registrata nel 2014, una cartina al torna sole di come l'azienda contribuisca allo sviluppo e alla crescita sociale ed economica dei territori e delle comunità in cui opera con diverse tipologie di interventi, dall'ampliamento delle infrastrutture ai programmi di educazione e formazione, dalle iniziative volte all'inclusione sociale ai progetti di supporto alla vita culturale del luogo.

Il modello di Creazione del valore condiviso che Enel sta implementando lungo tutta la catena del valore del suo business ha un diretto riscontro nel rapporto costruttivo instaurato con le popolazioni e gli abitanti di città e aree dove il Gruppo opera. Ed Enel ha adottato anche un criterio codificato per quantificare in termini economici questo impegno: si tratta del metodo London Benchmarking Group (LBG), definito da un gruppo di lavoro cui partecipano oltre 100 compagnie internazionali. Esso identifica un modello di misurazione che permette di determinare e classificare in modo chiaro i contributi dell'azienda allo sviluppo delle comunità in cui è presente. In particolare, secondo lo standard LBG, la spesa per i contributi alle comunità può essere distinta in:

  • Spese in liberalità: contributi destinati pro bono e senza obblighi per i beneficiari, se non quello di destinare la donazione a scopi benefici e ad associazioni no profit. Tale voce per Enel include tutte le donazioni liberali monetarie e "in-kind", incluse quelle destinate alle attività di filantropia e solidarietà;
  • Investimenti nella comunità: coinvolgimento di medio-lungo termine in progetti di supporto alle comunità, anche in partnership con organizzazioni locali, volti ad affrontare problematiche significative sia per il territorio sia per l'azienda. Fanno parte di questa categoria, per esempio, i progetti legati a una più ampia strategia a beneficio della comunità, come quelli per l'accesso all'elettricità di del programma ENabling ELectricity, o le iniziative specifiche dedicate alle comunità vicine alle centrali;
  • Iniziative commerciali a impatto sociale: contributi ad attività connesse al core business, in cui l'azienda promuove il proprio marchio e la propria corporate identity. Esempi di tali iniziative sono le sponsorizzazioni e le campagne di marketing che prevedono anche benefíci per la comunità o che includono contributi a cause di beneficenza.

Il contributo complessivo di Enel alle comunità in cui opera nel 2014 è stato di 70,7 milioni di euro, di cui circa la metà utilizzati per gli "Investimenti nelle comunità": iniziative che documentano l'approccio del Gruppo alla realizzazione di un modello sostenibile di sviluppo che nasce come frutto di un impegno condiviso anche con i suoi shareholders, comunità e individui insieme ai quali impegnarsi per la costruzione del bene comune.