dal-brasile-3000-idee-per-costruire-la-casa-del-futuro

Pubblicato venerdì, 24 luglio 2015

Quasi 3000 idee per realizzare la casa del futuro. È il primo risultato raggiunto da NO.V.A. – Nós Vivemos o Amanhã, l'iniziativa di crowdosuricng lanciata online da Ampla in Brasile che sta per concludere la fase di raccolta di progetti e proposte. Avviata a novembre 2014, la piattaforma della società del Gruppo Enel è diventata un'antologia della creatività e dell'innovazione al servizio della sostenibilità. Visitando le pagine del sito è infatti possibile scoprire progetti di ogni genere tutti accomunati dall'obiettivo di realizzare uno spazio abitativo funzionale ed efficiente, a misura d'uomo e dell'ambiente.

Open innovation e sostenibilità partecipata sono le due caratteristiche di NO.V.A che ha dato vita a un vero e proprio movimento dove le persone si sono "sfidate" a colpi di proposte per rispondere a esigenze della vita domestica quotidiana unendo bisogno, tecnologia e fantasia. Da apparecchiature per il risparmio dell'acqua a sistemi per il riciclo dei rifiuti sino a materiali edili per l'uso efficiente dell'energia: i protagonisti di NO.V.A hanno contribuito a inventare l'abitazione del domani mettendo insieme forze e idee ed andando anche alla ricerca delle migliori soluzioni in giro per il mondo. Tutti i partecipanti, secondo la logica del crowdosurcing, hanno presentato le loro proposte e allo stesso tempo votato e commentato sulla piattaforma quelle degli altri membri della community che nel tempo si è formata attorno all'iniziativa. I social media (Facebook, Twitter e YouTube) hanno contribuito a generare un vero e proprio flusso di condivisione delle idee ampliando di giorno in giorno il numero di persone coinvolte sotto lo slogan di NO.V.A: Stiamo vivendo il domani.

Al termine della fase di crowdsourcing, fissata per il 31 luglio, comincerà quella di progettazione affidata allo studio Artur Casas che unendo le idee più votate disegnerà l'abitazione del futuro la cui costruzione è prevista entro il 2016 a Niterói. Intanto tutti i partecipanti all'iniziativa verranno premiati in base al successo ottenuto sulla piattaforma dalle idee proposte e il più apprezzato, oltre a ricevere la medaglia digitale di "Oracolo" volerà in Italia per vistare EXPO 2015.

L'abitazione diventerà un laboratorio di ricerca dedicato all'efficienza energetica e allo studio dell'impatto della tecnologia sulla vita quotidiana. Il progetto NO.V.A. è sostenuto da un investimento di 5 milioni di reais (pari a circa 2 milioni di dollari USA), finanziati dal Programma di Ricerca e Sviluppo della Agenzia Nazionale dell'Energia Elettrica e vede la collaborazione, oltre che di Ampla, del comune della municipalità di Niterói, della Fondazione Getulio Varga e della Pontificia Università Cattolica di Rio. Alla seconda fase dell'iniziativa parteciperà anche Prátil, altra società brasiliana del Gruppo Enel, specializzata nelle soluzioni tecnologiche smart in campo energetico.