Il sole di EGP splende a Panama

Pubblicato mercoledì, 12 agosto 2015

Enel Green Power ha completato e connesso alla rete l’impianto di Chiriquí, il primo parco fotovoltaico della società a Panama e uno dei primi del Paese.

Con una capacità installata di 12 MW, l’impianto è in grado di generare oltre 19 GWh all’anno, equivalenti al consumo annuale di più di 16.000 famiglie locali, evitando l’emissione in atmosfera di circa 15.000 tonnellate di CO2 all’anno.

L'energia generata da Chiriquí contribuirà alla sicurezza dell'approvvigionamento e all'equilibrio dei prezzi del mercato elettrico di Panama, in particolare durante la stagione arida. Il sistema energetico panamense si è infatti basato per anni esclusivamente sull’idroelettrico, grazie alle abbondanti piogge, e sulla generazione termoelettrica per sopperire ai periodi di  scarsa disponibilità d’acqua.

“Una matrice di questo tipo è soggetta sia alla siccità sia alle oscillazioni del prezzo del petrolio, con ricadute negative sulla stabilità della rete elettrica” spiega Nicola Melchiotti, responsabile area Messico e Centro America di Enel Green Power. “L’introduzione del solare nel mix tecnologico permette la costruzione di un sistema più robusto, in grado di garantire al meglio il fabbisogno energetico del Paese”.

La capacità di Chiriquí si aggiunge ai 300 MW che Enel Green Power già gestisce a Panama attraverso l’idroelettrico di Fortuna, uno degli impianti strutturali del Paese, che nel 2014 ha generato circa 1,1 TWh di elettricità a zero emissioni.

Producendo oltre il 20 per cento del fabbisogno energetico di Panama, Enel Green Power è uno dei fornitori di elettricità più importanti di un Paese in forte espansione, il cui trend di crescita aumenterà ulteriormente con il futuro ampliamento del canale che mette in comunicazione l’Oceano Atlantico e l’Oceano Pacifico. “Le energie rinnovabili sono il mezzo ideale per accompagnare il conseguente aumento dei consumi elettrici in maniera rapida, sicura e a zero emissioni” conclude Melchiotti.