Training the Trainers, la formazione fa la differenza

Pubblicato giovedì, 6 agosto 2015

La formazione è un tema di vitale importanza per un'azienda di livello internazionale, e un buon trainer può fare la differenza. Per questo Enel ha avviato in Romania, attraverso le funzioni Risorse Umane e Organizzazione e Health&Safety, il programma Training the Trainers, in cui 40 dipendenti provenienti da tutte le regioni del Paese hanno consolidato le loro conoscenze su metodi di lavoro e procedure di sicurezza per divulgarle, in qualità di trainer, ai colleghi e al personale delle ditte appaltatrici che lavorano per il Gruppo.

"L'addestramento è una fase chiave per lavorare sulla rete elettrica in modo sicuro ed efficace. Il programma Training the Trainers è stato avviato nel 2013 e abbiamo coinvolto fin da subito anche le ditte appaltatrici, con cui svolgiamo un gran numero di attività" spiega Stefano Di Pietro, responsabile HSE Quality Romania. "I nostri colleghi hanno risposto con grande passione e coinvolgimento, rilasciando dei feedback utili per migliorare le prossime edizioni dell'iniziativa".

L'impegno sulla formazione coinvolge tutto il mondo Enel: nel 2014 il numero delle ore di formazione pro capite dei dipendenti è cresciuto a livello globale, in particolare nell'addestramento specialistico e nei temi legati alla sostenibilità. Il sistema di formazione Enel, strutturato per rispondere alle diverse esigenze di professionalizzazione delle risorse, si articola in cinque livelli.

Il Leadership Curriculum è l'insieme delle iniziative che sostengono il miglioramento della performance e lo sviluppo delle potenzialità delle persone fin dall'ingresso in azienda, accompagnando tutti i passaggi significativi del percorso professionale. Nelle Academy tecnico-funzionali si sviluppano le competenze tecnico-specialistiche delle diverse famiglie professionali. La formazione a campagna punta a diffondere le conoscenze trasversali alla base della cultura aziendale, mentre la formazione divisionale risponde a esigenze specifiche legate a processi di cambiamento organizzativo e/o specialistico. Ultima, non certo per ordine di importanza, è la formazione alla safety, finalizzata al consolidamento della cultura della prevenzione e del benessere e alla condivisione delle migliori pratiche.

A questi strumenti, trasversali in tutto il Gruppo, si aggiungono iniziative di formazione che rispondono alle specifiche esigenze delle Divisioni e delle diverse società, per migliorare l'efficacia del lavoro all'interno del proprio contesto organizzativo.