INCENSe, prorogato il termine del secondo bando

Pubblicato mercoledì, 16 settembre 2015

È stata prorogata al 30 settembre la scadenza del secondo bando di concorso di INCENSe (INternet Cleantech ENablers Spark), il programma dedicato alle start-up attive nella green technology. Nato dalla collaborazione tra Enel, Endesa, l’incubatore danese Accelerace e quello spagnolo Funding Box, il programma è sostenuto dall’Unione Europea che ha messo a disposizione un finanziamento di otto milioni di euro per i progetti più interessanti proposti da giovani imprese.

INCENSe vede una grande multinazionale come Enel alla ricerca di sinergie con imprese appena nate, nel comune obiettivo di sviluppare un portafoglio di prodotti e servizi innovativi da offrire ai clienti. La prima call to action si è conclusa a dicembre 2014 con risultati sopra le attese: hanno presentato i loro progetti oltre 230 start-up da 31 Paesi, un numero significativo considerata la particolarità del settore clean tech.

Il secondo bando, lanciato lo scorso 18 giugno, permetterà la selezione di 28 “idee” di altrettante piccole e medie imprese con un “DNA digitale” che propongono soluzioni per rendere più efficiente e smart l'uso dell'energia.

Le imprese interessate devono inviare, entro il 30 settembre, i loro prototipi su efficienza energetica e domotica, energie rinnovabili, smart grid, accumulo di energia, soluzioni avanzate per la diagnostica e l’automazione, mobilità elettrica, sicurezza informatica e digitalizzazione attraverso l’ICT. Le start up selezionate riceveranno fino a 150mila euro a fondo perduto e avranno la possibilità di collaborare con Enel nello sviluppo del loro prodotto.

I dettagli sull’iter da seguire per le candidature sono disponibili nel sito  www.incense-accelerator.com.