Enel per un mercato finanziario sostenibile

Pubblicato giovedì, 5 novembre 2015

Un mercato finanziario che promuova una crescita sostenibile spingendo le aziende a comunicare le loro pratiche ambientali, sociali e di governance (ESG). È l’obiettivo di un appello del PRI (Principles for Responsible Investment), network globale sostenuto dalle Nazioni Unite che lavora per favorire la diffusione di investimenti sostenibili e responsabili. Nell’ambito dell’iniziativa, che vede tra i firmatari l’amministratore delegato di Enel Francesco Starace, sono state inviate lettere ai presidenti delle Borse mondiali per chiedere alle aziende quotate una rendicontazione volontaria delle loro attività ESG entro la fine del 2016.

La richiesta intende colmare un gap di informazioni, dato che solo il 25 per cento dei membri del WFE (associazione che racchiude le Borse di tutto il mondo) attualmente prevede una reportistica per le aziende in questo settore. Per poter adeguatamente valutare le società quotate, gli investitori hanno infatti bisogno di accedere a un ampio numero di documenti. Evidenziare l’importanza dei criteri ESG nel definire ciò che costituisce materiale per la valutazione è un importante passo verso la creazione di un sistema finanziario che consenta una crescita economica sostenibile.

Tra i firmatari dell’appello fondi d’investimento, SRI (Socially Responsible Investors), fondi pensione e aziende come Enel, a conferma del ruolo centrale della sostenibilità nella cultura aziendale della multinazionale elettrica e della sua leadership nello stakeholder engagement degli investitori ESG.

L’appello rientra in una serie di iniziative per assicurare che in tutti i mercati finanziari sia prevista una rendicontazione ESG. Il Sustainable Stock Exchange (SSE), piattaforma nata dalla collaborazione tra diverse iniziative delle Nazioni Unite (Conferenza sul commercio e lo sviluppo, Global Compact, Programma per l’ambiente e PRI) ha pubblicato il Voluntary Model Reporting Guidance, un modello globale che le Borse possono prendere come spunto per delineare la propria guida di reportistica ESG per le aziende.

A conferma dell’importanza della tematica per Enel, il Global Reporting Initiative (GRI) ha riconosciuto per il nono anno consecutivo il suo impegno per una rendicontazione trasparente e accurata in materia di sostenibilità, ha coinvolto la multinazionale elettrica nello sviluppo della versione aggiornata delle Sustainability  Reporting  Guidelines (G4) e l’ha infine invitata a far parte del progetto “Sustainability Disclosures 2025” in qualità di partner globale.