ENERGYACCESS Rio’s Living Laboratory

Pubblicato lunedì, 23 novembre 2015

Un progetto scritto da decine di migliaia di mani che traduce in realtà quasi 4.000 idee. The Guardian racconta la casa 100% sostenibile di Enel ideata raccogliendo le proposte di migliaia di persone attraverso il programma di crowdsourcing NO.V.A (Nós Vivemos o Amanhã – Viviamo il domani) lanciato nel novembre 2014 da Ampla, società di distribuzione del Gruppo in Brasile, e oggi in entrata nella fase finale di realizzazione.

Il progetto N.O.VA ha permesso di individuare le principali esigenze e richieste di comuni cittadini facendole incontrare con la creatività di startupper, makers o studi di progettazione che hanno sottoposto le loro risposte innovative al giudizio del pubblico. Ne sono uscite soluzioni per la tutela della salute in ambito domestico, l'efficienza energetica e l'uso consapevole delle risorse, l'integrazione con la natura, l'utilizzo di materiali eco sostenibili e l'automazione di tante attività quotidiane tramite sensori, digitalizzazione e domotica. L'edificio che verrà costruito, basato su una struttura di legno in moduli prefabbricati, sarà energeticamente autosufficiente, dotato di una micro grid, di pannelli solari per l'auto produzione e di un sistema di storage capace di accumulare energia per l'uso domestico e allo stesso tempo immetterla in rete.

Il programma di crowdsourcing ha visto il coinvolgimento di oltre 200mila persone che hanno visitato il sito dedicato all'iniziativa proponendo progetti o esprimendo semplicemente desideri per la loro casa ideale e votando i progetti caricati sulla piattaforma che ritenevano più meritevoli e innovativi. Da questo percorso di coinvolgimento e condivisione sono uscite circa 4.000 idee che documentano come l'open innovation, scelta da Enel per rispondere alle nuove sfide energetiche facendo incontrare le esigenze dei consumatori e le idee creative anche di singoli startupper, rappresenti una strada efficace e proficua per costruire uno sviluppo sostenibile, competitivo e proiettato verso il domani.

Le Olimpiadi di Rio 2016 saranno l'occasione per celebrare l'inaugurazione della casa N.O.VA. Il cantiere di costruzione a Niterói, nello Stato di Rio de Janeiro, è iniziato a novembre di quest'anno sulla base del progetto realizzato dallo studio Arthur Casas, lo stesso che ha disegnato, tra l'altro, il padiglione del Brasile a EXPO 2015. L'abitazione funzionerà anche da laboratorio permanente per verificare in condizioni reali funzionamento e consumi delle diverse soluzioni ed è in programma di realizzare anche uno spazio per brevi soggiorni così da permettere ai cittadini brasiliani di vivere l'esperienza di una normale 'giornata –tipo' nel futuro.