#COP21: elettricità e innovazione per un futuro sostenibile

Pubblicato mercoledì, 9 dicembre 2015

I leader mondiali riuniti a Parigi nella COP21, la conferenza ONU sul cambiamento climatico, sono chiamati ad affrontare una duplice sfida: risolvere il problema del surriscaldamento globale con l’abbattimento di gas serra e garantire alle popolazioni crescita economica e sviluppo. Il vettore più efficiente per raggiungere l’obiettivo? L’elettricità a zero emissioni. Ne sono convinte le 11 grandi aziende elettriche internazionali che partecipano alla Global Sustainable Electricity Partnership (Gsep): Enel, American Electric Power, Edf, Eletrobras, EuroSibEnergo, RusHydro, Hydro-Québec, Iberdrola, Kansai Electric, RWE e State Grid Corporation of China.

Questo consorzio, al termine di una consultazione durata due anni, ha elaborato lo studio Powering Innovation for a Sustainable Future, che è stato presentato proprio in occasione del meeting di Parigi. Il report (che parte da un approfondimento sull’evoluzione del settore energetico di Stati Uniti, Cina, Giappone, Brasile e India) evidenzia la consapevolezza delle aziende circa i rischi e le opportunità connesse al climate change, ribadisce l’urgenza con cui occorre intervenire e illustra le necessità di innovazione nelle diverse tecnologie di generazione, trasporto, distribuzione e uso dell’energia elettrica.

In particolare, le aziende chiedono ai decisori politici della COP21 l’adozione di quattro principi fondamentali:
• una politica di lungo-termine sicura, stabile, chiara e coerente per regolare i più importanti aspetti energetici, legislativo-regolatori, economici, finanziari e ambientali del settore
• un approccio sistemico che tenga conto delle interrelazioni e delle sinergie tra i vari elementi della catena del valore dell'elettricità, e consenta alle aziende di pianificare al meglio le nuove architetture tecnologiche
• la promozione di partnership pubblico-private che facilitino i processi decisionali tra i fornitori di elettricità, i rappresentanti dei Governi e gli stakeholder
• un impegno nella ricerca innovativa, nello sviluppo e nella dimostrazione di tecnologie avanzate economicamente sostenibili in grado di ridurre le emissioni di gas-serra e accelerare la generazione, la distribuzione e l'utilizzo finale efficienti dell'elettricità

“La tecnologia è un aspetto chiave della transizione energetica. È molto difficile prevederne l’evoluzione, ma certamente dovremo essere più flessibili e pronti ad accoglierla nei nostri modelli di business: è questa la vera innovazione per le utility” ha commentato il responsabile Sostenibilità di Enel Andrea Valcalda a margine dell’evento. “Micro grid e digitalizzazione della rete costituiranno il principale trend tecnologico del settore elettrico nel prossimo futuro”.