Enel e car2go, il car sharing è elettrico

Pubblicato lunedì, 28 dicembre 2015

Il paradigma della mobilità urbana del futuro prevede due grandi innovazioni: la condivisione dei veicoli e l’utilizzo dell’elettricità per alimentarli. Enel e car2go accelerano i tempi, unendo le rispettive competenze nello sviluppo di progetti di car sharing elettrico a livello mondiale, con focus particolare nei Paesi in cui opera la multinazionale elettrica.

Il progetto, uno dei più importanti di questo tipo in Europa, è partito da Madrid con 350 e-car in condivisione, che diventeranno presto 500. Seguendo il consueto modello car2go, gli utenti potranno prendere e riconsegnare l’auto in un posto a loro scelta all’interno dell’area coperta dal servizio.

Per la prima volta, tuttavia, car2go proverà il modello di ricarica centralizzata in hub dislocati in vari punti “nascosti” in città. I clienti finali avranno quindi a disposizione auto elettriche sempre pronte per l’utilizzo, senza doversi occupare direttamente delle operazioni di ricarica. Un fleet team dedicato di car2go provvederà a recuperare in strada i veicoli da ricaricare, portandoli nell’hub più vicino.

Per raggiungere questo risultato Enel ed Endesa, la controllata spagnola del Gruppo, hanno supportato car2go nella ricerca delle location degli hub e ne hanno curato la realizzazione. La tecnologia di ricarica per le e-car sarà targata Enel, con 28 Wall Box da 22 kW: un sistema sicuro e intelligente che permette di supportare da remoto tutte le attività di ricarica. Enel provvederà inoltre alla fornitura di energia elettrica e al servizio di manutenzione.
Il gruppo Enel è uno dei principali leader mondiali sia nella sperimentazione ed evoluzione dei sistemi di ricarica che nella promozione della e-mobility. In Spagna Endesa ha installato a Malaga (già al centro di un progetto smart city) la più grande rete fast recharge mai sviluppata in una città europea nell’ambito del progetto Zem2All (emissioni zero per tutti).

Endesa ha poi aderito al progetto GrowSmarter, sostenuto dalla Commissione Europea attraverso il programma Horizon 2020. L’iniziativa prevede l’installazione a Barcellona di cinque punti di ricarica FASTO, tecnologia sviluppata dal gruppo Enel che consente la ricarica contemporanea di tre veicoli in 20-30 minuti. A questi si aggiungeranno postazioni V2G (Vehicle-to-Grid), sistema di ricarica bidirezionale che consentirà alle e-car di operare come vere e proprie “centrali mobili”, con possibilità di utilizzare, accumulare o reimmettere in rete l’elettricità in maniera molto semplice. Una tecnologia altamente innovativa che sarà sviluppata, per una diffusione su più larga scala, da Enel con Nissan grazie a una partnership annunciata nell’ambito della recente Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico (COP21).