Con Coelce in Brasile l’energia è solidale

Pubblicato lunedì, 11 gennaio 2016

La Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico (COP21), di recente conclusasi a Parigi, ha diffuso a livello mondiale un messaggio chiaro: il futuro della Terra dipenderà anche dal modo in cui gli uomini sapranno produrre e utilizzare l’energia, elemento fondamentale per la vita del pianeta.

Energia a zero emissioni per contenere il riscaldamento globale, dunque, ma anche energia come motore di sviluppo dei popoli, per aiutare le comunità più svantaggiate. È la filosofia abbracciata da anni da Enel e dalle società controllate del Gruppo nei diversi Paesi in cui opera.

Il 2015 è stato un anno all’insegna della solidarietà per Coelce, società di distribuzione brasiliana del gruppo Enel, che si era già aggiudicata nel 2014 il primo posto in Responsabilità Sociale al Premio Abradee. In particolare, il mese di dicembre è stato particolarmente ricco di attività in questo settore.

Il 5 dicembre si è celebrata in tutto il mondo la Giornata Internazionale del Volontariato, con numerose attività per il sociale messe in campo da cittadini e aziende. Coelce ha partecipato con il suo programma di volontariato “Rede do Bem”, lanciato nel 2012, che collabora con i diversi progetti sociali attivi nelle aree in cui opera.

Perfetto esempio del connubio tra responsabilità sociale d’impresa e uso efficiente dell’energia è Troca Eficiente, il programma di Coelce che consiste nella sostituzione di vecchi elettrodomestici (in particolare frigoriferi) con modelli più efficienti per famiglie a basso reddito. Per registrarsi al programma gli utenti devono aver pagato l’ultima bolletta elettrica, essere beneficiari della tariffa Energy Social e possedere un vecchio frigorifero da scambiare. Lo scorso mese l’azienda ha consegnato 90 nuovi elettrodomestici a basso consumo energetico nella città di Ibaretama.

Nello stato di Cearà, Coelce ha installato pannelli fotovoltaici sui tetti di tre edifici scolastici, che verranno così alimentati con energia a zero emissioni. L’elettricità generata grazie ai pannelli sarà in grado di coprire, a seconda delle condizioni meteo, dal 30 al 90 per cento del fabbisogno energetico delle scuole. L’iniziativa rientra nell’ambito del programma “Luzes para Aprender”, una collaborazione tra Enel Brazil e l’Organizzazione degli Stati ispano-americani per l’educazione, la scienza e la cultura (IEC).

Sempre a Cearà, in occasione delle festività natalizie, Coelce ha inaugurato il più grande albero di Natale dello Stato, che è anche il più grande di tutto il Brasile tra gli abeti decorati con merletti, per promuovere l’artigianato locale. Alto 60 metri, l’albero è stato illuminato da 5.100 lampade a LED fornite da Coelce, in grado di garantire un risparmio energetico fino all’80 per cento. L’allestimento è stato realizzato da “Energia Social”, programma che promuove lo sviluppo di eventi culturali.

In coerenza con la filosofia del Gruppo Enel, Coelce dà grande importanza alla formazione dei giovani. Oltre 4.900 studenti di Coelce Digital, provenienti dalle città di Fortaleza e Caucaia, hanno festeggiato il diploma di laurea nella sede principale della società. I corsi di laurea sono stati curati dal Committee for the Democratization of Information Technology (CDI), un’organizzazione sociale che punta sulla tecnologia come strumento di trasformazione sociale.
Infine, ancora lo scorso mese, Coelce ha contribuito alla formazione di 43 neoelettricisti dello Stato di Cearà.

I nuovi professionisti hanno seguito corsi di 450 ore e hanno ricevuto gli attestati di formazione nella sede di Coelce. Entro il 2017, l’azienda intende formare 700 nuovi elettricisti da inserire nel mercato del lavoro.