Enel, la sostenibilità è di casa

Pubblicato mercoledì, 9 marzo 2016

Il Gruppo Enel ha ottenuto la conferma della certificazione ISO 14001 per il Sistema di Gestione Ambientale di tutte le sue linee di Business.

 

Oggi con questo risultato Enel conferma il costante impegno nei riguardi dell’ambiente; secondo l’AD Francesco Starace "È fondamentale che un'azienda internazionale possieda una certificazione di Gruppo che renda omogenee politiche e strategie in tutto il Mondo".

Enel è fermamente convinta che nel mondo di oggi esista un legame indissolubile tra l’essere sostenibili e l’essere competitivi, e che rispetto dell’ambiente e sviluppo economico e sociale dei territori siano fattori chiave della crescita di un player globale nel settore energetico. Per questo abbiamo messo l’integrazione della sostenibilità nelle scelte di business al centro della nostra strategia aziendale. Ci siamo posti obiettivi ambiziosi, come il traguardo della carbon neutrality previsto entro il 2050, che intendiamo raggiungere attraverso un piano di crescita focalizzato su rinnovabili, efficienza e reti intelligenti. Contribuiremo in questo modo alla lotta contro il cambiamento climatico e continueremo gli sforzi per garantire l’accesso all’elettricità a una vasta parte della popolazione mondiale che vive in aree disagiate. Un impegno che ha ottenuto numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Ultimo tra questi, la conferma della certificazione ISO 14001 per il Sistema di Gestione Ambientale.

Il nostro Gruppo riceve questa certificazione dal 2012. A partire dall’estate del 2014 abbiamo intrapreso un’attività di adeguamento del Sistema di Gestione Ambientale per renderlo coerente con la nostra nuova struttura organizzativa. Il perimetro di certificazione è stato pertanto ricalibrato ed esteso anche alle attività di ricerca, trivellazione ed estrazione di idrocarburi.

Oggi siamo una grande multinazionale energetica presente in 30 Paesi in quattro continenti, con una capacità netta installata di oltre 89 GW e circa 1,9 milioni di chilometri di reti. La certificazione ha interessato la maggior parte dei nostri asset, tra cui il 95 per cento delle reti di distribuzione (circa 1.8 milioni di chilometri) e il 98 per cento della potenza efficiente netta installata (che produce oltre il 30 per cento di energia rinnovabile e oltre il 50 per cento di energia carbon free). Tutte le nostre linee di business sono state sottoposte a una efficiente gestione ambientale con alti standard di controllo, sorveglianza e miglioramento.

La valutazione non comprende una piccola porzione di impianti e installazioni: centrali appena entrate in esercizio (e già in corso di certificazione), una serie di impianti in corso di dismissione (che usciranno a breve dal perimetro del Gruppo e per i quali non verrà estesa la certificazione) e reti e sottostazioni in fase di adeguamento, che entreranno a far parte del perimetro certificato entro poco tempo.

Secondo il responsabile Sostenibilità di Enel Andrea Valcalda, “la certificazione di un Gruppo esteso come il nostro è motivo di orgoglio non solo per il risultato in sé, ma perché ci poniamo come leader di gestione ambientale nei Paesi dove operiamo, condividendo le nostre best practices in termini di logiche, strategie e cultura ambientale di avanguardia in tutte le aree del mondo dove siamo presenti”. Un risultato che conferma il ruolo guida che la nostra azienda ha assunto a livello internazionale sulle tematiche di sostenibilità e rispetto dell’ambiente. “Siamo considerati spesso come riferimento dalle pubbliche amministrazioni e chiamati come interlocutori per aiutare a risolvere problemi locali di gestione dell’ambiente naturale, di miglioramento della qualità delle risorse idriche, sulla biodiversità o nella soluzione di problemi locali di gestione di rifiuti” conclude Valcalda.

L’integrazione della sostenibilità nel modello di business ha permesso alla nostra azienda di essere inserita tra le prime cinque aziende della lista “Change the World” della rivista Fortune (in cui vengono classificate le 50 imprese che hanno il potenziale di cambiare il mondo) e in altri importanti indici mondiali di sostenibilità e sistemi di valutazione, come il Dow Jones Sustainability Index, il Carbon Disclosure Project e l’Euronext Vigeo – World 120 Index

“La salvaguardia dell'ambiente – sottolinea Giulio Peruzzi Management Representative per la gestione ambientale del Gruppo – è centrale per Enel, così come il coinvolgimento sul tema di tutti gli stakeholders, in particolare delle comunità locali. È a loro che chiediamo suggerimenti e segnalazioni attraverso la casella di posta dedicata emsinternet@enel.com, per poter produrre e distribuire energia in modo sempre più eco-sostenibile”.