La smart grid colora di verde l'Europa

Pubblicato martedì, 26 luglio 2016

Sei soluzioni tecnologiche diverse ma tra loro trasversali e legate dallo stesso comun denominatore: la sperimentazione di reti intelligenti innovative e l'integrazione delle rinnovabili nella distribuzione elettrica. È questo il risultato di GRID4EU.

Lanciato nel novembre 2011, nell'ambito di una call del Settimo programma quadro per la Ricerca dell'Unione europea, GRID4EU è uno dei più rilevanti consorzi di ricerca applicata sulle smart grid realizzato in Europa. Il suo obiettivo: sviluppare tecnologie di rete, replicabili e scalabili, per consentire alle persone un uso più efficiente dell'energia e assicurare una crescente integrazione della generazione distribuita da fonti rinnovabili, ovvero della produzione di energia da parte di piccoli impianti, ad esempio quelli fotovoltaici o il mini-eolico, installabili sui tetti delle abitazioni

Al progetto - durato quattro anni e supportato da un finanziamento di 54 milioni di euro di cui 25 erogati da fondi UE - hanno contribuito 27 tra enti di ricerca, università e partner industriali. Tra questi i sei maggiori operatori di distribuzione di energia elettrica (Distribution System Operators-DSOs) di altrettanti Paesi: la francese ENEDIS, la tedesca RWE, l'italiana Enel con e-distribuzione, la ceca E-Distribuce, la spagnola Iberdrola e la svedese Vattenfall.

Sono stati i sei DSOs a guidare lo sviluppo dei dimostrativi, con il coinvolgimento diretto di circa 250mila utenti, di sei diverse soluzioni innovative legate alle smart grid. Il coordinamento generale del progetto è stato affidato a ENEDIS, mentre quello strettamente tecnico è stato svolto da e-distribuzione.

In questo ruolo, il nostro gruppo ha portato tutta la propria esperienza, garantendo la trasversalità e l'interoperabilità delle soluzioni sviluppate. Queste hanno riguardato in particolare sistemi smart di controllo per ottimizzazione e l'integrazione delle rinnovabili nella rete di media e bassa tensione e per raccogliere dati utili a velocizzare interventi in caso di guasti o problemi di qualità di potenza e a fornire ai clienti informazioni puntuali sui consumi energetici.

Nel complesso, GRID4EU ha messo a punto 67 tecnologie e possibili applicazioni con prospettive concrete di utilizzo nei piani di sviluppo dei partner del progetto, di cui 33 possono far da volano alla creazione di nuovi posti di lavoro.

Enel, accanto al coordinamento tecnico, ha realizzato in partnership con Siemens, Cisco, Ricerche sul Sistema Energetico (RSE) e Selta, il dimostrativo italiano curato da e-dsitribuzione. Il progetto è stato realizzato nella provincia di Forlì-Cesena, in Emilia Romagna, con il coinvolgimento di circa 35mila clienti. In questa zona, scelta per l'elevata presenza di generazione distribuita green, abbiamo messo a punto un sistema di controllo avanzato per aumentare la capacità di accogliere (hosting capcity) e di massimizzare l'integrazione delle FER nella rete di media tensione.

e-distribuzione ha costruito una rete intelligente che definisce un nuovo paradigma per le reti di distribuzione legato alla generazione distribuita. Le reti tradizionali infatti sono state progettate per gestire flussi energetici mono-direzionali (dalle grandi centrali agli utenti), mentre in un sistema di generazione formato da tanti produttori, la rete deve essere in grado di gestire flussi bi-direzionali e di regolare il voltaggio, per evitare squilibri e sovraccarichi.

La smart grid realizzata in Italia è in grado di gestire i flussi di energia in modo efficiente, integrando e stoccando la produzione da fonti rinnovabili grazie a un innovativo sistema di accumulo con batterie a ioni di litio e capacità installata di 1 MWh. La smart grid si avvale inoltre di piattaforme IT di monitoraggio e controllo avanzato, che utilizzano l'infrastruttura di comunicazione LTE (long term evolution). Il sistema controlla e invia comandi a due cabine primarie di trasformazione di alta/media tensione, a oltre 100 cabine secondarie, a quattro generatori di Media Tensione e al sistema di accumulo. 

Una tecnologia replicabile, che il nostro Gruppo è pronto a esportare nei diversi Paesi in cui opera, per sostenere lo sviluppo di un mercato energetico a ridotte emissioni e low carbon.

Scopri di più sul sito web del progetto www.grid4eu.eu.