Open Innovation, un modello di sviluppo per un’energia più green

Pubblicato mercoledì, 13 luglio 2016

La strada per decarbonizzare il settore dell'energia, ridurre i gas serra e contrastare i cambiamenti climatici passa attraverso l'innovazione e l’accesso a tecnologie energetiche rinnovabili. 

L’International Energy Agency (IEA) ha lanciato Mission Innovation: un progetto volto a promuovere le Clean Tech che riunisce 20 governi nazionali più l’Unione Europea, che insieme valgono l’80 per cento degli investimenti pubblici mondiali nella ricerca energetica, con un volume pari a circa 15 miliardi di dollari l’anno. 

L’iniziativa, lanciata in occasione della conferenza sul clima di Parigi nel dicembre scorso (COP21), punta ad accelerare la ricerca e lo sviluppo nelle tecnologie green, favorendo partnership pubblico-privato e raddoppiando gli investimenti entro il 2020. Non a caso Mission Innovation si pone in parallelo con Breakthrough Energy Coalition, una rete di 28 aziende high tech guidata dal fondatore di Microsoft, Bill Gates, e nata per favorire il cambiamento nel settore energetico attraverso la ricerca sulle Clean Tech. Un tema su cui IEA ha promosso nei giorni scorsi un dibattito online (webinar), volto a presentare strumenti e metodi di relazione con il settore privato nello sviluppo di tecnologie green.

Favorire sinergie e dialogo con tutti gli interlocutori in campo, da quelli istituzionali al tessuto delle start-up innovative, è la strategia scelta da Enel per promuovere l’innovazione nelle Clean Tech e darne accesso a un’ampia platea di utenti in tutti i Paesi in cui operiamo. Un modo per trasformare le tecnologie rinnovabili in soluzioni sostenibili, sia sul piano ambientale che per il business, con una crescita equilibrata della nostra azienda e delle comunità in cui siamo presenti. 

Per intercettare, sviluppare e valorizzare le migliori idee, Enel ha lavorato negli ultimi due anni alla definizione di un modello di Open Innovation, nella consapevolezza che per creare più valore e competere meglio sul mercato, sia necessario dar vita a un sistema integrato e inclusivo che coinvolga le risorse interne e sia in grado anche di aprirsi all’esterno (imprese, start-up, università). 

Un approccio capace di unire innovazione e sostenibilità, come elementi chiave della strategia e della nostra cultura d’impresa, e che si traduce nel termine Innovability, contrazione di Innovation e Sustainability. Uno strumento che ci vede impegnati nell’applicazione di pratiche, metodi e tecnologie all’avanguardia, per offrire servizi di qualità ai nostri clienti e favorire l’accesso all’energia nel rispetto dell’ambiente e delle comunità in cui opera. 

Il nostro ecosistema di Open Innovation è aperto a chiunque abbia desiderio e interesse a contribuire allo sviluppo sostenibile. Nel 2015 abbiamo investito 76 milioni di euro in attività di ricerca e innovazione attraverso più di 250 progetti in tutti gli ambiti energetici: generazione convenzionale e rinnovabili, smart grid, efficienza energetica, mobilità elettrica e energy storage. Abbiamo stretto oltre 100 accordi con aziende leader in diversi settori, avviato 13 collaborazioni con start-up, dopo averne esaminato oltre 1.200, e promosso network con Venture capital per favorire lo sviluppo di idee e imprese innovative nelle Clean Tech. In questo contesto rientra anche il lancio dell’Enel Innovation Hub, con sede a Tel Aviv, in Israele. Al fianco di SOSA & The Junction, una delle community per l'innovazione di maggior successo in Israele, offriremo alle start-up israeliane un volano di sviluppo per realizzare soluzioni all’avanguardia nel settore energetico. 

Nel 2015, la fondazione di Enel (Enel Foundation) ha strutturato inoltre partnership strategiche con università e centri di ricerca, selezionando centri accademici di eccellenza a livello globale: il Massachusetts Institute of Technology (MIT), l’Università della California Berkeley (UC Berkeley), la scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il Politecnico di Milano e di Torino e la Bocconi. 

Innovability è anche alla base dell’approccio con cui abbiamo rivoluzionato il modello di Ricerca e Sviluppo al nostro interno. Per incoraggiare la partecipazione dei dipendenti al processo di innovazione abbiamo creato Enel Idea Factory, che si propone di trasformare i luoghi di lavoro in laboratori di ideazione, promuovendo sia l’integrazione tra differenti unità aziendali che l’apertura all’esterno.

L’Open Innovation di Enel è quindi un sistema aperto e sostenibile, che si pone in linea con i temi definiti nell’ambito dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu, il 9° dei quali è dedicato proprio alla promozione di un’industrializzazione inclusiva e sostenibile attraverso l’innovazione.