La luce dell'innovazione soffia in Sud Africa

Pubblicato venerdì, 14 ottobre 2016

Enel ha allacciato alla rete un parco eolico da 88 MW a Nojoli, in Sud Africa, e avviato, con Liter of Light, un progetto di elettrificazione rurale per portare luce sostenibile nelle strade dei villaggi.

Se l'innovazione senza frontiere è il futuro, l'innovazione alimentata da energia green pone le basi per uno sviluppo sostenibile e duraturo. Nella provincia meridionale di Eastern Cape, in Sud Africa, la business line Rinnovabili di Enel ha messo in funzione nei giorni scorsi il grande parco eolico di Nojoli.

L'impianto, collegato alla rete nazionale, ha una capacità installata totale di 88 MW e sarà in grado di generare più di 275 GWh l’anno, pari al consumo annuale di quasi 86mila famiglie sudafricane, evitando così l’emissione in atmosfera di più di 251mila tonnellate di CO2 all’anno.

A pochi giorni dall'entrata in funzione del nostro primo parco eolico, ha preso il via anche un progetto di elettrificazione rurale, realizzato in collaborazione con la ONG internazionale Liter of Light, che interesserà le comunità locali ricadenti in un raggio di 50 chilometri dall'impianto di Nojoli.

L'iniziativa è partita da Somerset East, dove si è svolto un workshop di formazione che ha coinvolto un gruppo di 60 giovani provenienti da quattro villaggi della zona (Somerset East, Cookhouse, Adelaide and Bedford). Nel corso del training Maria Cristina Papetti, Head of Sustainability Projects and Practice Sharing di Enel, e Giacomo Battaini di Liter of Light Italia, hanno spiegato come assemblare, far funzionare e riparare una “Solar Bottle”, ovvero bottiglie di plastica trasformate in lampade ad energia solare da 55W.

Una soluzione semplice e sostenibile che permette di portare luce anche in aree non raggiunte dalla rete elettrica, utilizzando una bottiglia di plastica trasparente, acqua, un circuito elettrico fatto con materiali di riciclo, un LED, un pannello solare e una batteria al litio ricaricabile.

Al gruppo di ragazzi, i volontari di Liter of Light hanno inoltre insegnato come costruire le innovative “lanterne solari”. Un'evoluzione della Solar Bottle, messa a punto dai volontari della divisione italiana dell'ONG, che trasforma le tradizionali lanterne a kerosene - uno degli strumenti più utilizzati per fare luce dalle popolazioni più povere e isolate dei Paesi in via di sviluppo, ma pericoloso e fortemente inquinante - in una fonte di luce 100 per cento green. Una soluzione che l'associazione presenterà a Roma dal 14 al 16 ottobre in occasione dell'edizione europea del “Maker Faire”, evento internazionale che unisce scienza, fantascienza, tecnologia e fai-da-te nato in California negli Stati Uniti.A

Al termine del corso, i 60 giovani coinvolti hanno costruito 18 Solar Bottle e 25 lanterne e, con il supporto dei nostri tecnici hanno iniziato a installare le lampade nei villaggi. Nelle strade delle comunità di Nojoli sono arrivate, inoltre, alcune delle lampade realizzate nel 2015 nel Campus di We Are Energy, il concorso internazionale dedicato ai ragazzi tra gli otto e i diciassette anni, figli di dipendenti Enel nei 22 Paesi in cui siamo presenti.

Trasferire e condividere le conoscenze per promuovere sviluppo sostenibile è la missione della ONG Liter of Light che opera in oltre 20 Paesi, con cui Enel ha sottoscritto un accordo di collaborazione e realizzato diverse iniziative sia in Africa (Kenya) che in America Latina.

Per l'area di Nojoli oltre al progetto per l'illuminazione green, abbiamo promosso la creazione di due hub tecnologici (a Bedford and Cookhouse) per consentire alla popolazione di avvicinarsi alle tecnologie digitali e aprirsi al mondo di internet.

“Siamo vicini di casa – ha sottolineato Bill Price, amministratore delegato di Enel Green Power Sud Africa – e i vicini di casa si aiutano l'uno con l'altro”. Portare computer e internet alle popolazione di questi villaggi significa aiutarle a crescere, così come aver lavorato con loro per portare l'accesso all'energia pulita del vento, ci ha permesso di individuare insieme problemi e soluzioni. E questo è l'obiettivo e il modello di business del nostro gruppo.