Il futuro dell'energia a Davos

Pubblicato martedì, 23 gennaio 2018

Anche l’energia al centro del World Economic Forum (WEF) di Davos. Il meeting che ogni anno ospita nella cittadina svizzera i principali protagonisti della politica e dell'economia internazionali in questa edizione (23-26 gennaio) si interroga sul tema “Creare un futuro condiviso in un mondo frammentato”.

Il 25 gennaio, a partire dalle 14.45, si parlerà di energia pulita e sostenibile in un panel dal titolo “The Great Energy Transformation” che proverà a rispondere a una domanda decisiva: come i leader del mondo possono superare le barriere politiche per creare un futuro dell’energia pulito, sicuro ed economicamente accessibile a tutti?

All’evento, che sarà trasmesso in diretta streaming, parteciperanno il CEO e General Manager di Enel Francesco Starace, il Ministro dell’energia e dell’industria degli Emirati Arabi Suhail Mohamed Faraj Al Mazrouei, Patrick Pouyanné, CEO e presidente del Consiglio di amministrazione di Total, il Rappresentante Speciale dell’Onu per le energie rinnovabili e CEO di See4All Rachel Kyte, il CEO di ABB Ulrich Spiesshofer e il Chairman della State Grid Corporation cinese, l’azienda statale dell’energia elettrica di Pechino, Shu Yinbiao.

A moderare il panel John Defterios, anchorman di CNNMoney degli Emirati Arabi Uniti.

Enel gioca anche quest’anno un ruolo-guida nel contributo del settore privato al conseguimento degli obiettivi delineati dal WEF. Insieme ad altre 29 imprese, il cui fatturato complessivo ammonta a oltre 1,3 trilioni di dollari USA, Enel ha annunciato a Davos la sua adesione al progetto denominato Factor10 il cui scopo è accelerare l’implementazione dell’economia circolare.

Puoi rivedere l'evento del WEF 2018 in streaming qui.