Enel per i giovani in Cile e in Perù

Pubblicato lunedì, 27 gennaio 2014

Doppio riconoscimento per Enel in America Latina per il suo impegno responsabile nel promuovere  iniziative volte a garantire l'educazione ai giovani meno abbienti e avviarli al mondo del lavoro. Si tratta di Chilectra ed Edenor, due società facenti parte del Gruppo attraverso Endesa, che operano rispettivamente in Cile e in Perù.

In Cile è stato premiato il programma “Cattedra” realizzato da Chilectra, un'iniziativa sviluppata nell'ambito di Endesa Educa, che ha l'obiettivo di permettere a giovani studenti di trovare un impiego fornendo loro una specializzazione nel settore elettrico in istituti di istruzione tecnico-professionali.

Il programma parte da una concezione integrale dell'istruzione, con interventi in tutta la comunità scolastica (professori, studenti e le loro famiglie), per cui si favorisce lo sviluppo personale, professionale e familiare dei partecipanti. Cattedra, che fornisce 787 ore di insegnamento annuale, prevede anche la formazione dei genitori in campo elettrico e beneficia gli studenti del 3° e 4° anno di sei istituti tecnico-professionali della capitale cilena.

All'azienda il premio “Buon cittadino imprenditoriale” è stato assegnato dalla Camera di Commercio Cileno-Nordamericana (AmCham), che riconosce programmi di CSR che producono benefici per le comunità nelle quali opera l'azienda.

Anche in un altro Paese dell'America Latina è stato riconosciuto l'impegno del Gruppo Enel nella promozione dell'educazione come strumento di sviluppo sociale. In Perù, infatti, il  “IV Premio Corresponsables” è stato conferito a un'iniziativa promossa da Edelnor. Si tratta dell'Istituto Superiore Tecnologico Nuovo Pachacútec, un progetto selezionato tra 405 candidature provenienti da 18 Paesi, soprattutto da Spagna, Messico, Colombia, Cile, Perù e Venezuela.

Ventanilla, il distretto di Lima dove si trova la struttura, è uno dei più svantaggiati della capitale peruviana, con un indice particolarmente elevato di analfabetismo. Ed è proprio pensando ai giovani di scarse risorse che vi risiedono che Edelnor, insieme all'Università Cattolica e al Vescovato di El Callao, ha creato nel 2004 l'indirizzo Tecnico-Professionale di Elettricità. Oltre a prendere l'iniziativa di istituire questo nuovo percorso di studi, Edelnor ha costruito l'istituto e assicurato l'adeguato funzionamento e l'osservanza degli standard accademici.

L'obiettivo è formare professionisti nel settore elettrico per integrarli nel mercato del lavoro, e a tal fine i colleghi di Edelnor contribuiscono alla programmazione dei corsi e alla didattica, attività quest'ultima che svolgono anche dipendenti di altre società elettriche che partecipano al progetto attraverso la Fondazione per lo Sviluppo Nuovo Pachacútec. Sono ormai oltre 400 i giovani che si sono diplomati in questo istituto.

Dopo aver ottenuto altri cinque riconoscimenti in passato, ora l'iniziativa ha ricevuto il “Premio Corresponsables”, assegnato ai progetti più validi sotto l'aspetto della responsabilità sociale. Il premio è stato conferito dalla Fondazione omonima, un'organizzazione no-profit fondata dalla casa editrice Media Responsable.

Nel 2011 il progetto è stato incluso nel programma Enabling Electricity, lanciato dal Gruppo Enel, che raggruppa varie iniziative che facilitano l'accesso all'elettricità nelle zone più svantaggiate del pianeta.