Città, trasporti pubblici e mobilità elettrica

Pubblicato mercoledì, 23 luglio 2014

Città, traffico e smog. In tutto il mondo sono tre parole che vanno quasi sempre a braccetto e alle quali fanno da contraltare le richieste di zone pedonali, mezzi pubblici efficienti e mobilità sostenibile: servizi e strutture che rappresentano l'auspicio di molti cittadini e allo stesso tempo sono indicate come le più adeguate per una crescita sostenibile dei centri urbani. Nella dialettica tra la realtà di città caotiche e inquinate e le ipotesi di soluzioni per renderle più vivibili Enel ha scelto una terza strada che sta trasformando le ipotesi in realtà, in alcune grandi metropoli come in centri più piccoli. È la mobilità elettrica che il Gruppo sta sviluppando sia per i veicoli ad uso privato sia per i servizi di mezzi pubblici.

In Cile l'esempio più recente del lavoro di Enel per lo sviluppo del trasporto sostenibile si chiama Smartcity Santiago il progetto di città intelligente, inaugurata il 15 luglio nella capitale del Paese latinoamericano, dove proprio i servizi di trasporto pubblico alimentati ad elettricità sono uno degli elementi portanti del laboratorio di innovazione realizzato da Chilectra ed Enel Distribuzione.

L'auto elettrica in America Latina è nata nel segno di Enel che per prima ha installato infrastrutture e introdotto veicoli a zero emissioni in molti Paesi del continente. È il caso del Cile che nel 2012, solo due anni prima dell'inaugurazione di Smartcity Santiago, ha visto installare da Chilectra il primo punto di ricarica pubblico del Paese nella municipalità di Vitacura. Ma è il caso anche del Perù che nello stesso anno ha visto transitare per le strade di Lima il primo veicolo elettrico immatricolato e prodotto in serie del Paese grazie a Edelnor. E di primato in primato anche in Colombia l'auto elettrica si sposa a un record del Gruppo Enel perché la più grande flotta ecologica aziendale del Paese è quella a disposizione dei dipendenti di Codensa e Gamesa.

Mobilità elettrica e servizio pubblico sono un binomio ormai consolidato nelle iniziative del Gruppo per lo sviluppo del trasporto sostenibile. E se in Perù questo impegno si traduce nella partecipazione diretta di Edelnor alla costruzione della prima linea metropolitana della capitale, in Spagna ha portato alla nascita del progetto Victoria che prevede, tra l'altro, un sistema per la ricarica wireless in movimento dei mezzi pubblici elettrici e in Italia al recente accordo per l'integrazione tecnologica tra i bus elettrici di Finmeccanica-BredaMenarinibus e le infrastrutture di ricarica di Enel Distribuzione ormai sempre più diffuse nelle principali città del Paese.