Un momento incredibile per l'energia

Pubblicato giovedì, 5 gennaio 2017

In tre anni il Gruppo Enel ha subito una profonda metamorfosi, semplificando la propria struttura organizzativa a livello globale, cambiando strategia nel modello del business e raggiungendo con un anno di anticipo rilevanti obiettivi economici.

Francesco Starace, amministratore delegato dell'azienda, ha spiegato in un'ampia intervista al programma “The CNBC Conversation” il percorso fatto dal 2014 a oggi e le nuove sfide che attendono la multinazionale italiana. Un business, quello dell'energia, che secondo il CEO di Enel deve essere letto in un contesto globale sottoposto a rapidi cambiamenti dall'innovazione tecnologica. È sulla base di questa trasformazione che la nostra azienda ha aggiornato il Piano Strategico 2017-2019, presentato il 22 novembre scorso a Londra, inserendo tra i pilastri fondamentali di crescita la digitalizzazione dei propri asset.

Per il settore dell'energia elettrica, ha sottolineato Starace, “è un momento incredibile, perché digitalizzazione e tecnologia stanno cambiando il modo in cui usiamo l'elettricità nella nostra vita quotidiana. Oggi possiamo infatti utilizzare l'elettricità per fare cose che prima si facevano usando altri tipi di energia”.

Questo scenario apre molteplici opportunità di crescita: per una utility come Enel una di quelle rilevanti, secondo Starace, è legata alla e-mobility, all'industria dell'automotive per lo sviluppo di motori e auto elettriche  più economiche e con un’autonomia sempre più ampia. In quest'ambinto la nostra azienda sta lavorando a soluzioni innovative con il progetto Vehicle to Grid e la collaborazione con Formula E, la Formula 1 delle auto elettriche.

Il nuovo ruolo dell'elettricità, come vettore energetico innovativo, ha osservato il CEO, sta cambiando l'approccio al mercato e ha spinto Enel a puntare con decisione sulle rinnovabili (con l'obiettivo di raggiungere la decarbonizzazione della generazione di elettricità entro il 2050) e sulla digitalizzazione delle reti.

Smart grid e sistemi di batterie sempre più efficienti sono, infatti, le tecnologie in grado di favorire la diffusione della mobilità elettrica, raggiungendo un numero di utenti sempre più elevato.

Sollecitato dalle domande del giornalista del network inglese Steve Sedgwick, Starace ha messo a fuoco alcune delle importanti sfide per il settore dell'energia, a partire dagli obiettivi dell'accordo di Parigi sul contrasto al cambiamento climatico, e sulla possibilità di soddisfare la domanda di elettricità in modo sostenibile, costruendo impianti più piccoli, flessibili, rispettosi dell'ambiente e in grado di creare valore per il territorio.