In Brasile al via il progetto Smart Microgrid

Pubblicato lunedì, 13 marzo 2017

La centralità del cliente è uno dei pilastri della strategia di sviluppo e crescita di Enel. In questa missione, l'innovazione digitale e le evoluzioni delle tecnologie di generazione e distribuzione dell'elettricità, hanno permesso alla nostra azienda di sviluppare sistemi intelligenti di gestione dell'energia e di portarli in tutte le realtà in cui operiamo.

In Brasile, Enel Distribuição Ceará ha avviato in questi giorni la prima fase di un progetto pionieristico per il Paese sudamericano: la realizzazione di un sistema intelligente e integrato di generazione rinnovabile, dispacciamento e stoccaggio dell'elettricità che permetterà di rivoluzionare il rapporto con i nostri clienti residenziali.

Il progetto Smart Microgrid sarà realizzato in un quartiere a Fortaleza, città della regione Nordest del Brasile, dove è stata attivata una showroom per presentare le tecnologie che saranno installate e messe a disposizione di un gruppo di clienti. L'iniziativa ha infatti una duplice valenza: da un lato l'obiettivo è introdurre sistemi innovativi e più efficienti di gestione e distribuzione dell'energia in Brasile. Dall'altro, ha un grande valore sul piano educativo, perché contribuirà a formare una nuova cultura sull'utilizzo dell'energia, attraverso la partecipazione attiva dei consumatori. Gli utenti coinvolti nel progetto, diventeranno produttori, ovvero 'prosumer': produrranno energia grazie all'installazione di pannelli fotovoltaici sulle abitazioni e, allo stesso tempo, avranno la possibilità di gestire i propri consumi attraverso il monitoraggio in tempo reale dell'energia generata e consumata, attraverso l'utilizzo di specifiche applicazioni utilizzabili attraverso smartphone e tablet, verificando i propri carichi e consumi anche da remoto.

La fase pilota coinvolgerà circa 300 abitazioni ad alto consumo energetico (con una media di 780kWh / mese) di Alphaville Fortaleza, un quartiere della municipalità di Eusébio, a 27 km dalla capitale. L’obiettivo è fornire una microgrid autonoma e smart in grado anche di gestire diversi servizi nell'area, come spazi ricreativi, illuminazione pubblica e altro.

La microgrid, collegata alla rete di distribuzione, accumula l'elettricità prodotta durante il giorno, in modo che possa essere consumata durante un black-out o per riequilibrare le richieste sulla rete di dispacciamento della zona. Nel caso di un eventuale calo di tensione, la microgrid si attiva automaticamente e può, per esempio, mantenere la fornitura di energia per i carichi prioritari (frigoriferi, attrezzature di sicurezza, illuminazione) per almeno un'ora.

Questa infrastruttura utilizza fonti di energia rinnovabile (solare ed eolica) e sistemi di storage. Mentre le case produrranno energia attraverso fonti solari, i clienti saranno in grado di monitorare in tempo reale i livelli di produzione e di consumo, con l'aiuto di applicazioni per cellulari e tablet, oltre ad essere in grado di controllare i loro carichi da remoto. Il volume di energia non consumata immediatamente sarà immagazzinato in batterie ad alta tecnologia e inviato a Enel Distribuição Ceará, generando crediti per le bollette energetiche dei residenti.

La prima fase del progetto prevede l'installazione di questo sistema nelle abitazioni e nelle aree comuni del complesso residenziale. I passi successivi saranno la modernizzazione dei contatori di dell'intero condominio, l'installazione di un sistema di accumulo dell'energia centralizzato con tecnologia al litio e di un sistema di gestione remota dell'illuminazione pubblica per più di 300 pali.

Le tecnologie che saranno implementate a Fortaleza, sono il presupposto per proiettare le realtà urbane nella dimensione di Smart City. Un settore in cui il nostro Gruppo ha maturato negli ultimi anni un'esperienza consolidata, a partire dalla collaborazione alla realizzazione della smart city di Expo Milano 2015, in occasione dell'esposizione universale che si tenuta in Italia lo scorso anno, ai diversi  progetti che coinvolgono  città in Europa (come Malaga in Spagna e Bologna in Italia) e in America Latina, tra cui Santiago in Cile, Botà in Colombia, e in Brasile, con l'iniziativa “Smart City Búzios”.