Elettricità, la grande alleanza

Pubblicato lunedì, 24 luglio 2017

Tutti insieme per guidare e accelerare l’elettrificazione in Europa, come strumento fondamentale per decarbonizzare e rendere più efficiente l’economia del Vecchio Continente.

È stata lanciata il 23 giugno scorso a Bruxelles l'Electrification Alliance, un’alleanza di sei organizzazioni di settore, European Association for Battery, Hybrid and Fuel Cell Electric Vehicles (Avere), Eurelectric, European Copper Institute, the European Heat Pump Association (Ehpa), SolarPower Europe and Wind Europe, ed è stata sottoscritta da numerose aziende e utility del settore tra cui Enel

L'Electrification Alliance intende essere un punto di riferimento e coordinamento delle politiche europee per guidare e accelerare la transizione verso un sistema energetico efficiente, a bassa intensità di carbonio e lo sviluppo di tecnologie innovative, come le reti intelligenti e i sistemi di accumulo, in grado di aumentare la penetrazione e l'uso delle energie rinnovabili in diversi ambiti, tra cui quelli centrali per la lotta al riscaldamento globale, come i sistemi di climatizzazione e i trasporti.

Con questo obiettivo nella dichiarazione sottoscritta in occasione della presentazione, l'Alleanza chiede la revisione dell'attuale normativa europea in materia per velocizzare l'avanzamento dell' elettrificazione nei prossimi anni, per massimizzare il potenziale di una economia efficiente e decarbonizzata in termini di competitività del sistema Europa, crescita economica, creazione di posti di lavoro e promozione di una società più sostenibile per tutti i cittadini europei.

Nella dichiarazione che ha sancito la nascita dell'alleanza è stato anche fissato al 2050 l’anno entro il quale l’Europa dovrà aver raggiunto la decarbonizzazione, riconoscendo in maniera unanime le minaccia rappresentata dal cambiamento climatico[2] .

Interventi e obiettivi in linea con il Piano strategico 2017-2019 del nostro Gruppo, che ha posto alla base del proprio business sostenibilità e innovazione, insieme a digitalizzazione e centralità del cliente. Pilastri e strumenti che Enel ritiene  indispensabili per centrare l'obiettivo di decarbonizzare il proprio mix di generazione entro il 2050, promuovendo l'accesso universale all'elettricità conveniente e sicura, e favorendo in tutte le realtà in cui opera una crescita economica equilibrata integrando nel business gli obiettivi di sviluppo sostenibile definite nell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Una visione di lungo periodo che si traduce in impegni concreti come la riduzione  entro il 2020 del 25%, rispetto ai livelli del 2007, dell’intensità delle emissioni di CO2 nella produzione di elettricità,  investimenti nel settore delle rinnovabili per 5,2 miliardi di euro nel periodo 2017-2019 e una riduzione, graduale e selettiva, degli impianti termoelettrici, recuperando e valorizzando le vecchie centrali in un'ottica di circular economy.

A queste iniziative si aggiunge la messa a punto di servizi all'avanguardia per i clienti per aumentare l'efficienza e la consapevolezza dei propri consumi elettrici, supportati dalla digitalizzazione delle infrastrutture di rete e lo sviluppo di progetti per la mobilità elettrica. E ancora, la ricerca e il continuo sviluppo di soluzioni innovative in campo elettrico, ambito al quale Enel ha di recente dedicato la nuova Global business line e-Solutions, per lo sviluppo di tecnologie integrate come Vehicle to Grid, che permette di utilizzare le batterie delle auto elettriche a supporto della rete.