ENEL FINALIZZA LA CESSIONE AD EPH DEL 50% DELLA PARTECIPAZIONE IN SLOVENSKÉ ELEKTRÁRNE

Published on giovedì, 28 luglio 2016 17:16

Roma, 28 luglio 2016 – Enel S.p.A. informa che la controllata Enel Produzione S.p.A. (“Enel Produzione”) ha finalizzato oggi la cessione a EP Slovakia BV (“EP Slovakia”), società controllata da Energetický a prumyslový holding a.s. (“EPH”) del 50% del capitale di Slovak Power Holding BV (“HoldCo”), società titolare a sua volta del 66% del capitale sociale di Slovenské elektrárne, a.s. (“Slovenské elektrárne”).

Tale cessione è intervenuta in esecuzione del contratto stipulato in data 18 dicembre 2015 tra Enel Produzione ed EP Slovakia, e rappresenta la prima fase della vendita dell’intera partecipazione posseduta da Enel Produzione in Slovenské elektràrne disciplinata dal contratto stesso.

In particolare, la cessione in questione è avvenuta a valle del conferimento alla HoldCo dell’intera partecipazione del 66% in precedenza posseduta direttamente da Enel Produzione nel capitale di Slovenské elektrárne e dell’ottenimento del nulla osta da parte dell’Autorità Antitrust dell’Unione Europea.

Il corrispettivo risulta confermato in 375 milioni di euro, di cui 150 milioni di euro pagati contestualmente alla odierna cessione e 225 milioni di euro da pagare al perfezionamento della seconda fase dell’operazione. Tale corrispettivo potrebbe subire variazioni in funzione dell’applicazione del meccanismo di conguaglio di seguito descritto.

Si ricorda che la seconda fase dell’operazione verrà conclusa a seguito dell’esercizio di un’opzione put o di un’opzione call, rispettivamente da parte di Enel Produzione o da parte di EP Slovakia, decorsi 12 mesi dall’ottenimento del Trial Operation Permit delle unità 3 e 4 della centrale nucleare di Mochovce, attualmente in costruzione. In base al corrente programma di lavoro, si prevede che tali opzioni diventino esercitabili entro il primo semestre del 2019. Una volta esercitata una delle due opzioni, Enel Produzione cederà il restante 50% del capitale della HoldCo a EP Slovakia per un corrispettivo pari a 375 milioni di euro. Il pagamento sarà dovuto contestualmente al perfezionamento della cessione stessa e il corrispettivo potrà variare anche in tal caso in base all’applicazione del meccanismo di conguaglio di seguito descritto. Il perfezionamento della seconda fase è condizionato all’ottenimento del permesso definitivo per l’esercizio delle unità 3 e 4 di Mochovce.

Il corrispettivo complessivo delle due fasi, pari a 750 milioni di euro, è soggetto a un meccanismo di conguaglio, che verrà calcolato da esperti indipendenti e applicato al perfezionamento della seconda fase, sulla base di vari parametri, tra cui l’evoluzione della posizione finanziaria netta di Slovenské elektrárne, l’andamento dei prezzi dell’energia sul mercato slovacco, i livelli di efficienza operativa di Slovenské elektrárne misurati in base a benchmark definiti nel contratto e l’enterprise value delle unità 3 e 4 di Mochovce.

L’accordo prevede inoltre che, qualora le opzioni di put e call sopra descritte non divengano esercitabili nei termini sopra indicati, le stesse siano in ogni caso esercitabili a partire dal 30 giugno 2022 (c.d. long stop date). Anche in tale caso, l'aggiustamento del corrispettivo prenderà in considerazione l'effettivo enterprise value delle suddette unità della centrale di Mochovce.

In seguito alla cessione perfezionata oggi, Il Gruppo perderà il controllo su Slovenské elektrárne mantenendone una partecipazione del 33%, mentre l’indebitamento finanziario netto consolidato si ridurrà di circa 375 milioni di euro. A tal riguardo si ricorda che già ad oggi, la posizione finanziaria netta di Slovenské elektrárne è esclusa dall’indebitamento finanziario netto del Gruppo Enel, in quanto la relativa partecipazione è classificata come “posseduta per la vendita”.

La cessione di Slovenské elektrárne rientra nel programma di Active Portfolio Management del Gruppo Enel, che include asset per un valore totale di circa 6 miliardi di euro. Il programma è finalizzato alla ridefinizione del focus strategico del portafoglio di asset di Gruppo, alla riduzione dei rischi legati al business, alla rotazione di asset per incrementare i profitti ed al reperimento di risorse per finanziare la crescita. Con questa operazione, il Gruppo Enel ha completato la cessione di asset per un controvalore di circa 4,1 miliardi di euro, di cui 3,7 miliardi di euro relativo ad operazioni già perfezionate.

Slovenské elektrárne, operatore leader nel mercato della generazione elettrica slovacco, a fine 2015 disponeva di una capacità installata di circa 4.301 MW, di cui circa 1.940 MW di generazione da fonte nucleare. Le due nuove unità 3 e 4 in costruzione presso la centrale nucleare di Mochovce hanno una capacità complessiva di 942 MW. Nel corso dell’esercizio 2015 Slovenské elektrárne ha realizzato ricavi per 2,3 miliardi di euro, un risultato operativo pari a 202 milioni di euro ed un utile netto pari a 24 milioni di euro.


Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Corporate su Apple Store e Google Play.

Enel S.p.A. provides for the dissemination to the public of regulated information by using SDIR NIS, managed by BIt Market Services, a London Stock Exchange Group's company, with registered office at Milan, Piazza degli Affari, 6. For the storage of regulated information made available to the public, Enel S.p.A. has adhered, as from July 1st, 2015 to the authorized mechanism denominated “NIS-Storage”, available at the address www.emarketstorage.com, managed by the above mentioned BIt Market Services S.p.A. and authorized by CONSOB with the resolution No. 19067 of November 19th, 2014. From May 19th 2014 to June 30th 2015 Enel S.p.A. used the authorized mechanism for the storage of regulated information denominated “1Info”, available at the address www.1info.it, managed by Computershare S.p.A. with registered office in Milan and authorized by CONSOB with resolution No. 18852 of April 9th, 2014