ENEL FIRMA ACCORDI DI CAPACITY STORAGE PER 85 MW NEGLI STATI UNITI CON L’UTILITY PACIFIC GAS AND ELECTRIC

Published on lunedì, 4 dicembre 2017

In base ai capacity storage agreements (CSA) aggiudicati, Enel costruirà tre impianti di accumulo di energia in California con una capacità installata totale di 85 MW/340 MWh per rafforzare l’affidabilità della rete di Pacific Gas and Electric

I tre progetti ampliano il portafoglio di soluzioni di accumulo del Gruppo, che comprende sistemi a batterie stand-alone, oltre che progetti che integrano le tecnologie di accumulo in impianti termoelettrici e rinnovabili

Gli impianti di accumulo dovrebbero entrare in funzione entro il 2023, previo ottenimento di autorizzazioni regolamentari e locali

Roma, 4 dicembre 2017 – Enel S.p.A. (“Enel”), tramite la controllata statunitense per le rinnovabili Enel Green Power North America, Inc. (“EGPNA”), ha concluso tre Capacity Storage Agreement (“CSA”) con la utility californiana Pacific Gas and Electric (“PG&E”) per una capacità totale di 85 MW/340 MWh. In base agli accordi, Enel costruirà gli impianti stand-alone di accumulo di energia a batterie agli ioni di litio di Kingston, Cascade e Sierra, ubicati in California.

"La firma di questi accordi segna un importante passo avanti del nostro piano per rafforzare la presenza del Gruppo sul mercato dell’accumulo di energia ed espandere questa attività negli Stati Uniti, e in particolare in California, che sono all’avanguardia nello sviluppo di questo mercato" ha dichiarato Enrico Viale, responsabile della divisione Global Thermal Generation di Enel. "Le applicazioni su scala industriale dei sistemi di accumulo sono una area di interesse prioritaria per Enel perché offrono grandi benefici in termini di bilanciamento e affidabilità della rete. Siamo orgogliosi dei progressi compiuti finora in questo campo e siamo pronti ad ampliare ulteriormente il nostro portafoglio di soluzioni di storage".

I sistemi di accumulo di energia saranno collegati direttamente alla rete di PG&E e caricheranno le batterie agli ioni di litio nei momenti di maggiore disponibilità di energia rinnovabile. L'energia accumulata nelle batterie verrà poi restituita alla rete durante le fasi di picco della domanda, aumentando l'affidabilità della rete e riducendo le congestioni.

I tre progetti, che saranno tutti ubicati fra il centro e il nord della California, sono Kingston con una capacità di 50 MW/200 MWh, Cascade da 25 MW/100 MWh e Sierra, che avrà una capacità di 10 MW/40 MWh. I progetti sono sviluppati insieme a Sovereign Energy Storage, un’impresa indipendente specializzata nello sviluppo di impianti di accumulo di energia per applicazioni di scala industriale, e dovrebbero essere operativi entro il 2023, previo esame ed autorizzazione da parte della California Public Utility Commission nonché degli enti regolatori e locali.

I tre impianti contribuiranno all'espansione del portafoglio di soluzioni di accumulo energetico di Enel, che comprende sia sistemi a batterie stand-alone, sia progetti che combinano le soluzioni di accumulo con impianti termoelettrici e rinnovabili.

PG&E ha aggiudicato CSA ad altri tre progetti oltre ai tre contratti assegnati ad Enel, per una capacità totale di 165 MW. L’aggiudicazione è il risultato di un processo di gara indetto dall’utility per l’acquisizione di 580 MW di capacità di accumulo entro il 2020, contribuendo in questo modo a raggiungere l’obiettivo fissato nel 2013 dalla California Public Utility Commission di aggiungere 1,3 GW di capacità di accumulo entro il 2024. 

Gli accordi con PG&E rafforzeranno la presenza di Enel sul mercato dell’accumulo energetico in California, dopo la firma di un PPA di energy storage con l'utility San Diego Gas & Electric relativo all’impianto Pomerado (3 MW/12 MWh) nella contea di San Diego. Negli Stati Uniti, all'inizio del 2017 Enel ha inoltre acquistato Demand Energy Networks, leader nel settore delle soluzioni software di controllo smart, sviluppatore di progetti e operatore specializzato nell'ottimizzazione dei sistemi di accumulo a batteria. Enel sta esplorando l’opportunità di sfruttare la piattaforma software DEN.OSTM e le capacità di Demand Energy Networks per tutti i futuri progetti di sviluppo di storage. Inoltre, quest'anno Enel ha avviato la costruzione dell’impianto di accumulo di Tynemouth (25 MW/12,5 MWh) nel Regno Unito e del sistema di accumulo di energia da 20 MW/11,7 MWh presso l’impianto di Litoral in Spagna.

Enel è una impresa elettrica multinazionale e un leader integrato nei mercati globali di energia, gas e rinnovabili. Enel è la più grande utility europea in termini di capitalizzazione di mercato e figura tra le principali società energetiche europee in termini di capacità installata ed EBITDA reported. Il Gruppo Enel opera in oltre 30 paesi, e produce energia grazie a una capacità gestita di oltre 86 GW. Enel distribuisce energia elettrica e gas attraverso una rete di oltre 2 milioni di chilometri e, con oltre 65 milioni di clienti commerciali e domestici in tutto il mondo, ha la più ampia base di clienti tra i concorrenti europei. La divisione rinnovabili di Enel, Enel Green Power, gestisce più di 39 GW di impianti eolici, solari, geotermici, di biomasse ed idroelettrici in Europa, America, Africa, Asia, oltre ad avere di recente fatto il suo ingresso in Australia.

Tramite EGPNA, Enel è proprietario e gestore leader di impianti di energia rinnovabile, con progetti operativi e in via di sviluppo in 23 stati USA e due province canadesi. EGPNA opera oltre 100 impianti con una capacità gestita superiore a 3,6 GW, prodotta da fonti idroelettrica, eolica, geotermica e solare.

Generale | dicembre, 04 2017

1671851-4_PDF-1.pdf

PDF (0.08MB)DOWNLOAD